Etichette

venerdì 29 novembre 2013

GNOCCHI CON PESTO VERDE E DI PISTACCHI

BUON 100% Gluten Free (fri)Day!!

Oggi vi lasciamo per il weekend con una succulenta ricetta della domenica, ricca, ipercalorica e da leccarsi i baffi.
In questa occasione abbiamo provato gli Gnocchi Alimenta 2000, ottimo sapore e tengono la cottura a meraviglia.
Andate a curiosare anche le altre ricette dell'iniziativa 100% Gluten Free (fri)Day o consultate la pagina Facebook Gluten Free travel & living






INGREDIENTI

500 g di gnocchi Alimenta 2000;
100 g di speck a fette Conad;
1 busta di panna da cucina Parmalat
150 gr di provola affumicata
50 gr di pesto di pistacchi consentito
1 spicchio di scalogno
3 cucchiai d'olio

PER IL PESTO DI BASILICO:

300 g di foglie di basilico;
30 gr di prezzemolo
100 g di grana padano;
1 cucchiaio di pinoli;spicchioe 1/2  di aglio;1 cucchiaio di mandorle bianche tritate;40 ml di olio EVO.

PROCEDIMENTO

In un tritatutto versare il basilico, il prezzemolo, l'aglio, i pinoli, il grana, l'olio (20 ml), il sale e il pepe. Frullare tutto finchè non diventa cremoso. Alla fine aggiungere il restante olio, le mandorle e aggiustare di sale, pepe e grana a vostro gusto.
In una padella versare 3 cucchiai d'olio e lo speck tagliato a pezzetti. Fare rosolare per qualche minuto. aggiungere i due pesti e la panna. Lasciare cuocere per 5/10 minuti. Noi non abbiamo aggiunto altro sale perchè il pesto e lo speck sono abbastanza salati.
In una pentola di acqua bollente gettare gli gnocchi e aspettare che salgano a galla. Lasciare bollire per mezzo minuto circa e scolare. Conservare una tazza di acqua di cottura degli gnocchi.
In una pirofila distribuire 2 cucchiai di sugo (pesto panna e speck) e qualche cucchiai di acqua di cottura per diluire un po'; versare gli gnocchi conditi con il restante sugo, qualche manciata di grana e la provola affumicata.
Spolverare con grana e provola. Riporre in forno e grill per massimo 10/15 minuti, altrimenti si asciugano troppo.
Buon appetito!!!

venerdì 22 novembre 2013

PANELLE 100% GLUTENFREE

Per questo nuovo appuntamento di GLUTEN FREE (FRI)DAY vi proponiamo le magnifiche PANELLE, 100% GLUTEN FREE. 
L'iniziativa è promossa dalla redazione di Glutenfreetravelandliving - Gluten free (Fri)Day, qui potrete trovare tutte le info.
Le panelle sono, per noi siciliani, il peccato di gola per eccellenza! Si tratta di farina di ceci, fritta. Questa è la versione semplice, ma si possono aggiungere all'impasto, pezzetti di olive e/o pezzetti di pomodori secchi... Potete mangiarle con panino o senza, condite con limone e pepe...provare per credere!!









INGREDIENTI: 

1/2 kg di farina di ceci;
1,5 l di acqua;
sale;
prezzemolo;
pepe;
limone;
olio (abbondante) per friggere.

PROCEDIMENTO

Versare la farina di ceci e l'acqua poco per volta in una pentola antiaderente, mescolando continuamente con una frusta evitando di formare grumi. Aggiungere sale. Mescolare tutto per bene. Accendere il fuoco (fiamma media). Mescolare finchè il composto non diventa denso. Appena denso, aggiungere il prezzemolo e continuare a mescolare, facendo attenzione a non farlo attaccare, per almeno altri 15/20 minuti. Per rendersi conto quando è pronto prendere con un cucchiaio un po' del composto e distribuirlo su un piatto (come fosse una pennellata), lasciare raffreddare per un paio di minuti, e se l'impasto viene via facilmente vuol dire che il composto è pronto, viceversa, significa che bisogna continuare a mescolare a fiamma bassa!!
Appena pronto il composto in una contenitore unto d'olio alto almeno quattro dita. Lasciare raffreddare e riporre in frigo per almeno 4 ore.
Tagliare il composto a fette (come nella foto). Scaldare l'olio in un padella e versare le panelle. Appena dorate da entrambe le parti estrarre dall'olio. Cospargere con sale e pepe q.b.

martedì 19 novembre 2013

IL NOSTRO "PRIMO" PANE SENZA GLUTINE

FINALMENTE...abbiamo panificato!
Non potete capire che gioia e che emozione è stata assaggiare, dopo circa 20 anni, del PANE vero, non industriale, ma che profuma di pane.
Qui in Sicilia, il pane è molto diverso dal pane bianco di farina 00 che si consuma nel nord Italia e credo che quello che più manchi ai celiaci siciliani sia proprio il pane!
Qui il pane con glutine si prepara con farina di grano duro, aromatizzato con semi di sesamo o con semi di finocchio e cotto in forno a legna...insomma una vera delizia.
Inizialmente quando io e mio padre scoprimmo di essere celiaci, la prima sfida che affrontò mia madre fu proprio quella di realizzare il pane gf fatto in casa. Allora non c’era la vasta scelta di farine gf che esiste oggi, e non si era molto informati sull’ argomento. Dunque i risultati della panificazione furono un po' un fallimento. Il pane non profumava, anzi aveva un odore particolare,ovviamente molto diverso dal pane siciliano; era discreto appena sfornato, ma poco dopo diventava molto duro. Da allora nè mia madre nè io abbiamo più tentato con la panificazione.
Da quando invece è iniziata questa convivenza da Spuntina  e conoscendo grandi “Maestre”, come le nostre amiche di "Un cuore di farina senza glutine" , è ritornato il pallino del pane fresco...ed ecco a voi il nostro strabuonissimo pane senza glutine!!





CONSIGLI: L’impasto risulterà molto molle , ma non preoccupatevi è normale.

RINGRAZIAMENTI: E’ doveroso ringraziare Felix e Cappera di “Un cuore di farina senza glutine”, perché le dosi dei Panini Semplici a biga senza glutine sono state, da loro, ideate e realizzate, dunque la riuscita della ricetta è soprattutto merito loro; noi invece abbiamo utilizzato farine diverse.

Questa ricetta ha coinciso con un giorno particolare: l’11 di Novembre si festeggia, nella provincia di Trapani, “San Martino, quando ogni mosto diventa vino”; la tradizione vuole che si preparino, in ogni panificio, le “MUFOLETTE”pagnotte di pane con semi di anice, che poi vengono imbottite con olio nuovo o con mortadella.

Per prima cosa abbiamo preparato il 500 gr di MIX di FARINE:
280 g di Mix B Schar;
120 g di Farmo;
100 g Nutri Free senza lattosio;
100 g li abbiamo utilizzati per la biga, 400 per l’impasto del pane.
Abbiamo preparato la biga, la sera prima, alle ore 22,00 circa, in modo da farla lievitare per circa 12 ore. Quindi abbiamo ripreso la biga alle ore 10 del mattino.

Per l’impasto della biga:
100 g di Mix di farine;
100 g di acqua appena tiepida;
1 g di lievito di birra fresco.

PROCEDIMENTO
In un piccolo contenitore (con coperchio) versare la farina facendo una fontana al centro dove aggiungere il lievito.
Iniziare a mescolare con le mani lievito, con un po’ d’acqua tiepida, facendo in modo di prendere anche la farina.  Continuare così finche non terminerà l’acqua e diventerà tutto omogeneo. L’impasto risulterà abbastanza molle e si attaccherà molto alle mani. Aiutatevi con un cucchiaio o una spatola per pulire le mani. Mettere il coperchio e riporre in forno (spento!!)

Per l'impasto del Pane:
400 g di  di  Mix di farine;
 350 g di acqua tiepida;
1 cucchiaino di zucchero;
2 cucchiaini di sale;
2 cucchiai di olio;
5 g di lievito di birra fresco;
6 cucchiai di semi di sesamo;
2 cucchiai di semi di anice o finocchio;

PROCEDIMENTO

Sul piano da lavoro versare il mix di farine, unire il sale, i semi di anice o finocchio e mescolare. Al centro della montagna di farina creare una fontana e al centro versare la biga, il lievito e lo zucchero. Iniziare ad impastare al centro della fontana, man mano aggiungere l’acqua tiepida e facendo cadere la farina poco per volta. Impastare finchè non sarà terminata l’acqua e gli ingredienti non saranno tutti ben amalgamati. L’impasto risulterà molto molle. Aggiungere infine l’olio. Riporre l’impasto in una scodella abbastanza capiente e con coperchio, poiché il suo volume raddoppierà. Lasciare lievitare per 2-3 ore, in luogo buio, asciutto e non ventilato.
In un vassoio mescolare  i semi di sesamo e di anice o finocchio.  Riprendere l'impasto,scaravoltarlo sul piano da lavoro abbondantemente infarinato con amido di mais sottile.
Tagliare con una spatola piatta tanti pezzi per formare dei panini nè troppo grandi né troppo piccoli, poggiare un faccia dei panini nel vassoio di semi di sesamo e anice/finocchio (a vostro gusto!) e senza maneggiarli troppo riponete in una teglia da forno. Coprire con un telo di cotone e un plaid e lasciare riposare per altri 30 minuti.
Accendere il forno elettrico (modalità “statico”) a 220°. Trascorsi i 30 minuti, spennellare i panini  molto delicatamente con una emulsione di acqua e (poco) olio. Infornate i panini, prima 15 minuti a 220° e poi proseguite la cottura per altri 20 - 25 minuti a 200°/180°.


Imbottite con ciò che più vi piace . Noi li abbiamo anche surgelati. Sono gustosissimi!!

venerdì 15 novembre 2013

Pollo con peperoni, mele e riso pilaf per il 100% Gluten Free (fri)Day #GFFD

Questa piatto è stato preparato qualche settimana fa quando ancora non era nata l'iniziativa a cui aderiamo anche oggi: 100% Gluten Free (fri)Day! Ma si presta perfettamente!



L'idea è divertente e possono partecipare tutti. Bisogna pubblicare (o inviare alla redazione), ogni venerdì, una ricetta 100% Gluten Free, stando attenti agli ingredienti, senza glutine e certificati, ma anche alle contaminazioni.
Non temete, è più semplice di quel che pensate e come tutte le cose..basta farlo con amore e passione!
La cucina è amore e convivialità, no?

Tornando alle regole...ricordatevi di commentare il post su Gluten Free Travel and Living!

Per saperne di più sugli accorgimenti da tenere in cucina o se volete dei consigli sugli ingredienti giusti potete leggere questo post.

E la ricetta? è nata per caso quando ci siamo ricordate di un consiglio ricevuto una volta: per evitare che i peperoni risultino indigesti bisogna cucinarli con dei pezzetti di mela.
E se i pezzetti fossero di più?
Vi assicuriamo che l'accoppiata è vincente.


INGREDIENTI 
(per 4 persone)

1,2 kg di pollo in pezzi (alette, cosce, ecc);
6 peperoni misti;
2 mele rosse;
300 g di riso basmati;
1 cucchiaio di concentrato di pomodoro;
1 cucchiaio di miele d'acacia;
olio EVO;
1 cipolla rossa;
sale;
peperoncino;
1/2 bicchiere di vino bianco.

PROCEDIMENTO
In abbondante acqua salata cuocere il riso con un po' di sale. Far raffreddare.
In un tegame rosolare la cipolla in olio, colorare con il concentrato di pomodoro. 
Aggiungere i peperoni puliti, privati di semi e falde bianche e tagliati a listarelle. Cuocere a fuoco vivo per 10 minuti con il coperchio.
Aggiungere le mele sbucciate e tagliate in spicchi. Far cuocere per 10 minuti.
Togliere mele e peperoni dal tegame e mettere da parte.
Aggiungere i pezzi di pollo e, a fuoco vivo, sfumare con il vino.
Lasciar cuocere 5 minuti per lato. 
Aggiungere il miele, unire i peperoni e le mele precedentemente cotti.
Salare, aggiungere il peperoncino e lasciar cuocere per altri 15 minuti almeno.
Servire accompagnato con il riso.

Buon appetito e buon #GFFD.

P.s:utilizzate l'hashtag per twittarci!



lunedì 11 novembre 2013

TORTINO DI CICORIA

Luana e Paula sono due giovani ragazze, Luana è siciliana e Paula è di origine spagnola; attualmente vivono a Londra, ma hanno vissuto per un certo periodo nella bella isola di Ibiza. Lì hanno scoperto e poi "coltivato" (nel vero senso della parola) l'amore per l'arte, la cucina vegetariana e gli alimenti biologici, ed per questo che, pur svolgendo tutt'altri lavori, amano definirsi anche "contadine".
Siccome ancora non ci siamo date all'agricoltura bio, ci siamo fatte aiutare, come al solito, da qualcuno dei nostri cari genitori, che ci hanno fornito:
- cicoria dell'orto di casa;
- uova della "nonna Paolina";
- formaggio provola affumicata del Caseificio Ingardia  di Paceco;
- prosciutto cotto della Macelleria Enogastronomia e Produzione salumi Campo di Valderice.

La cicoria è una verdura particolare perchè per molti risulta un po' amara e non sempre facile da cucinare. Noi qui ve la proponiamo in modo alternativo alla solita verdura bollita...

Ed ecco a voi il nostro tortino di cicoria!

Vi lasciamo anche il link di "MANGIA PIANO" dove troverete le nostre amiche Paula e Luana.



INGREDIENTI: (per 4 persone) 

un bel cesto di cicoria dell'orto
150 gr (o 4 fette) di prosciutto cotto
200 gr di provola affumicata 
1 uovo
6 cucchiai di olio evo
2 cucchiai di Parmigiano
1 spicchio d'aglio
pepe
una noce di burro
80 gr di pangrattato "Siciliatavola"

PROCEDIMENTO

Mettere a bollire abbondante acqua salata. Appena l'acqua bolle versare la cicoria ben lavata. Lasciare bollire per circa 20 minuti. Scolare la cicoria. In una padella antiaderente versare la cicoria ben sgocciolata e accendere il fuoco a fiamma alta facendo asciugare quel poco d'acqua della cottura che può essere rimasta. Dopo aggiungere l'olio, aglio, il pepe e lasciare saltare la cicoria, in padella, per circa 15 minuti. Questa cottura la renderà meno amara. Nel frattempo tagliare la scamorza affumicata a fette, mentre in un piatto sbattere con una forchetta l'uovo, aggiungendo un pizzico di sale, mezzo cucchiaio d'acqua e 2 cucchiai di parmigiano.
Imburrare una pirofila da forno, cospargere il fondo con del pangrattato. A questo punto, distribuire metà della cicoria sul pangrattato, a seguire, il prosciutto, la scamorza e nuovamente la cicoria. 
Noi abbiamo fatto solo uno strato,se vi avanzano gli ingredienti potete farne di più!
Infine, versarel'uovo sbattuto sullo sformato, facendo in modo che si distribuisca uniformemente. Cospargere l'ultimo strato con pangrattato e un po' di parmigiano. Mettere in forno già caldo (180°) per circa 20/30 minuti...
Sfornare e lasciare riposare per qualche minuto.

venerdì 8 novembre 2013

POLPETTE DI FINOCCHIETTO SELVATICO E RICOTTA - 100% Gluten (fri)Day

Con questa ricetta vogliamo partecipare ad una iniziativa speciale, promossa da Gluten Free Travel and Living, che punta a dimostrare che senza glutine si può vivere bene.

"In poche parole si tratta di rinunciare, un solo giorno alla settimana, al glutine e a tutti i cibi che lo contengono, per chi non è costretto a farlo tutti i giorni della propria vita, e a scoprire quanti nuovi cibi ci sono che nascono naturalmente senza glutine." Se volete un riassunto veloce di ciò che è senza glutine e su quali regole seguire per cucinare veramente senza glutine, potete consultare questa pagina o questa."

Ecco le semplici regole che dovrete seguire:

1. Le ricette devono essere al 100% senza glutine.

2. Devono essere pubblicate il venerdì.

3. Devono contenere il logo (gentilmente disegnato dalla bravissima Roberta Sapino che ringraziamo di vero cuore) e il link a questo post.

4. Bisogna inserire il link della propria ricetta nei commenti a questo post.

5. Può partecipare chiunque, anche chi non ha un blog di cucina, mandando la propria ricetta all'indirizzo mail della Redazione di Gluten Free Travel and Living (gftravelandliving@gmail.com), corredata di una foto, oppure postarla su Facebook e lasciare il link nei commenti.

6. L'iniziativa ha un inizio (oggi), ma non ha una fine!

Semplice, no?

Abbiamo deciso di iniziare quest'avventura con un piatto facile facile, proprio per dimostrare che la cucina senza glutine è davvero alla portata di tutti!

Gli ingredienti per 4-5 persone (circa 20-25 polpette)
3-4 mazzi di finocchietto selvatico
300 grammi di ricotta fresca
3 uova
una manciata di pangrattato senza glutine
sale q.b.
olio e.v.o.
pepe q.b.

Procedimento:
Pulite il finocchietto conservando soltanto la parte tenera, cioè le foglioline. Mettetele a cuocere in acqua bollente con un pizzico di sale, per circa 10-15 minuti, finché non si saranno ammorbidite.
Dopo averle scolate e strizzate, riponetele in una terrina e unite le uova, la ricotta, il pepe e il pangrattato. Iniziate ad impastare. Lavorate l'impasto con l'aiuto di una forchetta, finché non avrete ottenuto un composto morbido (se vi sembra troppo molle per poterne ricavare delle polpette, aggiungete altro pangrattato).
Preparate le polpette cercando di dare loro una forma ovale e leggermente appiattita. Immergetele in abbondante olio bollente per circa dieci minuti, girandole soltanto una volta a metà cottura.
Lasciate raffreddare e servite.

Buona cena senza glutine!!!




E allora, vi aspettiamo in tanti per il 100% Gluten Free (fri)Day!

martedì 5 novembre 2013

Ricette con la zucca!

Vi abbiamo dato, giusto l'altro giorno, una golosissima ricetta con la zucca.

Questa ricetta è stata inserita nell'ultimo PDF realizzato dalla redazione di Gluten Free Travel and Living, dedicato alla zucca.

Correte a dare un'occhiata e scaricatelo, non ve ne pentirete!