Etichette

martedì 19 novembre 2013

IL NOSTRO "PRIMO" PANE SENZA GLUTINE

FINALMENTE...abbiamo panificato!
Non potete capire che gioia e che emozione è stata assaggiare, dopo circa 20 anni, del PANE vero, non industriale, ma che profuma di pane.
Qui in Sicilia, il pane è molto diverso dal pane bianco di farina 00 che si consuma nel nord Italia e credo che quello che più manchi ai celiaci siciliani sia proprio il pane!
Qui il pane con glutine si prepara con farina di grano duro, aromatizzato con semi di sesamo o con semi di finocchio e cotto in forno a legna...insomma una vera delizia.
Inizialmente quando io e mio padre scoprimmo di essere celiaci, la prima sfida che affrontò mia madre fu proprio quella di realizzare il pane gf fatto in casa. Allora non c’era la vasta scelta di farine gf che esiste oggi, e non si era molto informati sull’ argomento. Dunque i risultati della panificazione furono un po' un fallimento. Il pane non profumava, anzi aveva un odore particolare,ovviamente molto diverso dal pane siciliano; era discreto appena sfornato, ma poco dopo diventava molto duro. Da allora nè mia madre nè io abbiamo più tentato con la panificazione.
Da quando invece è iniziata questa convivenza da Spuntina  e conoscendo grandi “Maestre”, come le nostre amiche di "Un cuore di farina senza glutine" , è ritornato il pallino del pane fresco...ed ecco a voi il nostro strabuonissimo pane senza glutine!!





CONSIGLI: L’impasto risulterà molto molle , ma non preoccupatevi è normale.

RINGRAZIAMENTI: E’ doveroso ringraziare Felix e Cappera di “Un cuore di farina senza glutine”, perché le dosi dei Panini Semplici a biga senza glutine sono state, da loro, ideate e realizzate, dunque la riuscita della ricetta è soprattutto merito loro; noi invece abbiamo utilizzato farine diverse.

Questa ricetta ha coinciso con un giorno particolare: l’11 di Novembre si festeggia, nella provincia di Trapani, “San Martino, quando ogni mosto diventa vino”; la tradizione vuole che si preparino, in ogni panificio, le “MUFOLETTE”pagnotte di pane con semi di anice, che poi vengono imbottite con olio nuovo o con mortadella.

Per prima cosa abbiamo preparato il 500 gr di MIX di FARINE:
280 g di Mix B Schar;
120 g di Farmo;
100 g Nutri Free senza lattosio;
100 g li abbiamo utilizzati per la biga, 400 per l’impasto del pane.
Abbiamo preparato la biga, la sera prima, alle ore 22,00 circa, in modo da farla lievitare per circa 12 ore. Quindi abbiamo ripreso la biga alle ore 10 del mattino.

Per l’impasto della biga:
100 g di Mix di farine;
100 g di acqua appena tiepida;
1 g di lievito di birra fresco.

PROCEDIMENTO
In un piccolo contenitore (con coperchio) versare la farina facendo una fontana al centro dove aggiungere il lievito.
Iniziare a mescolare con le mani lievito, con un po’ d’acqua tiepida, facendo in modo di prendere anche la farina.  Continuare così finche non terminerà l’acqua e diventerà tutto omogeneo. L’impasto risulterà abbastanza molle e si attaccherà molto alle mani. Aiutatevi con un cucchiaio o una spatola per pulire le mani. Mettere il coperchio e riporre in forno (spento!!)

Per l'impasto del Pane:
400 g di  di  Mix di farine;
 350 g di acqua tiepida;
1 cucchiaino di zucchero;
2 cucchiaini di sale;
2 cucchiai di olio;
5 g di lievito di birra fresco;
6 cucchiai di semi di sesamo;
2 cucchiai di semi di anice o finocchio;

PROCEDIMENTO

Sul piano da lavoro versare il mix di farine, unire il sale, i semi di anice o finocchio e mescolare. Al centro della montagna di farina creare una fontana e al centro versare la biga, il lievito e lo zucchero. Iniziare ad impastare al centro della fontana, man mano aggiungere l’acqua tiepida e facendo cadere la farina poco per volta. Impastare finchè non sarà terminata l’acqua e gli ingredienti non saranno tutti ben amalgamati. L’impasto risulterà molto molle. Aggiungere infine l’olio. Riporre l’impasto in una scodella abbastanza capiente e con coperchio, poiché il suo volume raddoppierà. Lasciare lievitare per 2-3 ore, in luogo buio, asciutto e non ventilato.
In un vassoio mescolare  i semi di sesamo e di anice o finocchio.  Riprendere l'impasto,scaravoltarlo sul piano da lavoro abbondantemente infarinato con amido di mais sottile.
Tagliare con una spatola piatta tanti pezzi per formare dei panini nè troppo grandi né troppo piccoli, poggiare un faccia dei panini nel vassoio di semi di sesamo e anice/finocchio (a vostro gusto!) e senza maneggiarli troppo riponete in una teglia da forno. Coprire con un telo di cotone e un plaid e lasciare riposare per altri 30 minuti.
Accendere il forno elettrico (modalità “statico”) a 220°. Trascorsi i 30 minuti, spennellare i panini  molto delicatamente con una emulsione di acqua e (poco) olio. Infornate i panini, prima 15 minuti a 220° e poi proseguite la cottura per altri 20 - 25 minuti a 200°/180°.


Imbottite con ciò che più vi piace . Noi li abbiamo anche surgelati. Sono gustosissimi!!

3 commenti:

paneamoreceliachia ha detto...

Davvero un ottimo e goloso risultato! Un abbraccio! Alice

Sonia ha detto...

clap clap clap..meraviglioso risultato!! baciiii

Emanuela ha detto...

L'aspetto è davvero super!!!
Per il gusto mi fido di voi ^_^