Etichette

venerdì 21 novembre 2014

MUFFINS con Grano saraceno e gelatina alla Melagrana e zenzero per il 100% Gluten Free (fri)Day

Questo venerdì 100% Gluten Free (fri)Day abbiamo sglutinato e in parte variato.
Avevamo melagrana da utilizzare e voglia di muffins da esaudire...quindi spulciano sul web abbiamo voluto provare a sglutinare questa ricetta QUI , non siamo ancora pienamente soddisfatte, dovremmo cambiare ancora qualcosina che non ci convince e provarli salati, ma al momento gustatevi questa sciccheria...







INGREDIENTI (8 muffins)

200 g di farina Bi-Aglut (pacco da 500 g)
50 g di farina di grano saraceno Nutri-Free
100 g di zucchero
80 g di burro
2 uova
1/2 bustina di lievito per dolci
un pizzico di sale

Gelatina di melagrana:

150 ml circa di succo di melagrana
4/5 cucchiai di zucchero a velo senza glutine

PROCEDIMENTO

In una ciotola unite e miscelate le 2 farine, il lievito, un pizzico di sale e lo zucchero. In un'altra unite le uova al il burro morbido. Unite questi ultimi ingredienti liquidi alla miscela di farine e zucchero servendovi solo di un cucchiaio, senza montare troppo. 
Imburrate  e infarinate dei pirottini in alluminio e riempiteli per metà con l'impasto. Mettere in forno già caldo a 160° per massimo 20 minuti. 
Nel frattempo preparate la gelatina alla melagrana.
Pulite la melagrana, spremete tutti i chicchi servendovi o di uno schiaccia patate o di un setaccio...insomma qualcosa che possa aiutarvi a ricavarne il succo senza i semi...
Versate il succo di melagrana  in un tegamino, unite lo zucchero e dello zenzero a vostro gusto, e fate cucocere a fuoco moderato per circa 15 minuti. 
Pennellate i muffins nei pirottini ancora caldi con la gelatina. Lasciate intiepidire e sformateli.

lunedì 17 novembre 2014

Risotto al Radicchio e funghi Porcini secchi

La scorsa settimana dal fruttivendolo c'erano in offerta bellissimi cespi di radicchio trevigiano e ne ho fatto scorta.
Questo risotto l'ho provato spesso ma non l'abbiamo mai postato. Si potrebbe dire che lo si può fare con ciò che si ha in casa, o anche solo con il radicchio.
Valentina



INGREDIENTI (4 persone)

320 g di riso parboiled
1 cespo di radicchio
10 g di porcini secchi
mezzo scalogno
1,5 dl di brodo*
3 cucchiai di olio evo
50 g di stracchino Conad
2 cucchiai di parmigiano
sale q.b.
1 tazzina di vino rosso

*Per il brodo ho utilizzato 1 dado Sarchio senza glutine

PROCEDIMENTO

In un tegame mettere a bollire l'acqua con il dado.
Tagliare a pezzetti il radicchio, lavarlo e lasciare gocciolare.
In una pentola antiaderente versare l'olio e lo scalogno tritato. Accendere il fuoco a fiamma moderata e lasciare dorare. Aggiungere i fungi secchi, il radicchio e un po' di sale, lasciare stufare per un paio di minuti. Aggiungere il riso, farlo tostare per mezzo minuto e sfumare con il vino. Far evaporare il vino.
Aggiungere il brodo poco per volta finchè il riso non sarà cotto.
Alla fine insaporite con 2 cucchiai di parmigiano e lo stracchino.



Il risotto è avanzato e il giorno dopo ho fatto delle arancine che non sono riuscita a fotografare per la velocità con cui sono state spazzolate!!
Ho aggiunto al riso avanzato un uovo e dei pezzetti di mozzarella, ho impastato, ho formato delle arancine, le ho passate in un uovo battuto con un pizzico di sale e un cucchiaio di acqua, e poi nel pan grattato.
Infine le ho fritte!!





venerdì 14 novembre 2014

MorbiCotto: biscotti al cacao con farina di noci e ciliege Fabbri- 100% Gluten Free (fri)Day

L'idea iniziale era quella di consumare delle noci e sperimentare dei cookies senza glutine, ma purtroppo, anzi per fortuna, sono venuti fuori questi squisiti biscotti anzi "morbicotti".
Non ci siamo mai cimentate nella realizzazione di cookies quindi non avevo idea di che consistenza precisa dovesse avere l'impasto. Per la ricetta abbiamo preso spunto da un libro di cucina che avevamo in casa ma abbiamo fatto molto di testa nostra (abbiamo aggiunto le noci, il liquore e le ciliege); abbiamo notato, dalle foto del libro, che l'impasto doveva essere più consistente, tanto da poter modellare le palline di cookies con le mani. 

Ad ogni modo è stata lo stesso una buona trovata ed un successo per la bontà e la consistenza.
Per i cookies ci riproveremo ;-)



INGREDIENTI

100 g di noci tritate finemente
60 g di cacao amaro
130 g di farina Bi-aglut (confezione da 500 g)
150 g di burro morbido
200 g di zucchero di canna
2 uova
10 ciliege al liquore Fabbri
6 cucchiai di liquore delle ciliege Fabbri
un pizzico di sale
5 g di lievito per dolci

PROCEDIMENTO

Unire la farina setacciata, il cacao e il lievito.
In una ciotola amalgamare con una spatola il burro con lo zucchero, fino a renderlo un impasto cremoso. aggiungere le uova, uno per volta.
Aggiungere la farina, il cacao, il lievito e le noci poco alla volta.
Incorporare per bene il tutto e aggiungere il liquore e i pezzetti di ciliege.
Ricoprire  una placca da forno con carta forno e distribuire un cucchiaio di impasto distanziandoli uno dall'altro di circa 4 dita. Mettere in forno già caldo a 180° per circa 30 minuti.
Sfornare e lasciare raffreddare per bene altrimenti tendono a spezzarsi facilmente.
Spolverare con zucchero a velo e servire con del te o cioccolata.

Questa è la nostra ricetta per il 100%Gluten free (fri)Day



mercoledì 12 novembre 2014

Torta CAMPAGNOLA 100% Gluten free (fri)Day: per papà golosi che "crescono"

Ripubblichiamo questa ricetta perchè abbiamo deciso di partecipare al contest di due bravissime foodblogger SORRINCUCINA, il contest è "La torta di compleanno la porto io"

Questa fantastica torta risale a qualche settimana fa, realizzata dalla nostra Vale per il compleanno del suo papone celiaco e super golosone!!
Questa è la torta campagnola, molto diffusa nelle pasticcerie trapanesi e siciliane e molto amata.
E' un dolce semplice e gustoso; un pan di spagna ripieno di crema di ricotta, il tutto ricoperto da una sfoglia di cioccolato fondente.

Questa volta per il pan di spagna abbiamo voluto provare la ricetta della video-ricetta della nostra amica Sonia La Cassata celiaca per Gluten Free Travel & Living (video ricetta)

Per la ricetta del cioccolato plastico abbiamo provato la versione di Cookaround.




Rispetto alla video-ricetta noi abbiamo utilizzato la farina Bi-Aglut (500 g) al posto della farina di riso finissima.

INGREDIENTI:

Per il Pan di spagna

Troverete gli ingredienti nella video-ricetta,

Crema di ricotta

1 kg ricotta
300 g di zucchero
cioccolato a scaglie o gocce

Per la bagna

1/2 fialetta di essenza al rum o maraschino
1 tazza di acqua
q cucchiaio di zucchero a velo

Per il cioccolato plastico

100 g cioccolato fondente
1 cucchiaio d'acqua
2 cucchiai di miele di zagara bio
65 g circa di zucchero a velo


PROCEDIMENTO

Procedete con la realizzazione del pan di spagna seguendo la video ricetta.

Appena pronto il pan di spagna, lasciarlo raffreddare e sezionarlo in due dischi, servendosi di un coltello.
Preparare la bagna versando nella tazza dell'acqua il cucchiaio di zucchero e l'essenza al rum.
Preparare la crema di ricotta aggiungendo alla ricotta lo zucchero e le gocce di cioccolato fondente. Amalgamare il tutto fino a rendere la ricotta una crema. Potete utilizzare un setaccio o un frullatore ad immersione.
Con un pennello da cucina inzuppate il pan di spagna inferiore.
Disporre la crema di ricotta e ricoprire con l'altro strato di pan di spagna. Poi bagnare un po' il pan di spagna superiore con la bagna e ricoprire con un sottile strato di crema di ricotta.
Preparare il cioccolato plastico: sciogliere al microonde il cioccolato, farlo raffreddare un po', aggiungere il cucchiaio d'acqua, mescolare, aggiungere il miele e mescolare. Lasciare raffreddare del tutto e aggiungere lo zucchero a velo, finchè non diventa un composto facilmente modellabile. Stendete il cioccolato con un mattarello aiutandovi con dell'amido di riso, fino a formare delle sfoglie molto sottili. Disponete le sfoglie sulla torta.
Riporre la torta in frigo affinchè si stabilizzi e prenda gusto.

Decorare a piacere.

Con questa ricetta partecipiamo anche:





e al 100% GFFD





lunedì 10 novembre 2014

Pizza Super senza glutine con Bietole e Stracchino

Uno dei weekend più cucinieri degli ultimi tempi:

- 2 kg di 
panini senza glutine;- i Morbicotti (a breve la ricetta)  - 2 pizze senza glutine;
pasta per il pranzo di venerdì e sabato (domenica ci ha pensato mammina!!)

che fatica... ma ne è valsa la pena!!

Avendo preparato del pane senza glutine con il mix di farine (QUI), è rimasto qualche grammo di farina per tipo di marca...a questo punto avendo le mani in pasta perchè non fare una bella pizza per sabato sera?!
Ed eccola qui, una pizza buonissima, soprattutto il condimento, una vera goduria!!
Uno dei gusti di pizza più buoni mai sperimentati e mangnati!!

Le dosi per la base della pizza sono della nostra cara amica La Cassata Celica, noi abbiamo variato il mix di farine, utilizzando quelle del pane e sostituito lo strutto con dell'olio; per il resto abbiamo seguito la ricetta di Sonia.

A voi la ricetta, Valentina.


CONSIGLI: condite a fine cottura con un filo d'olio evo. Io avevo anche della rucola in casa con la quale ho condito l'altra metà della pizza.

INGREDIENTI: 2 pizze media grandezza
200 g di farina Farmo per pane e pizze 
200 g di farina Mix B Schar
100 g di farina Nutri Free senza lattosio  
350 g di acqua tiepida 
14 g di lievito di birra
30 g di olio evo
4 g di sale

PROCEDIMENTO

Miscelare le farine in una ciotola abbastanza capiente per il raddoppio dell'impasto durante la lievitazione.
Sciogliere il lievito nell'acqua. Aggiungere il sale alla farina.
Iniziare a versare l'acqua sulla farina ed impastare finchè non sarà terminata l'acqua e l'impasto risulterà omogeneo. Aggiungere infine l'olio e impastare.
Sigillare la ciotola con della pellicola, coprire con un plaid e lasciare lievitare per 45 minuti.
Nel mentre preparare il condimento per la pizza:
Lavare e tagliare a pezzetti la bietola. Lasciarla gocciolare.
Versare la bietola in una padella con mezzo spicchio d'aglio, mezzo bicchiere d'acqua e sale; coprire con un  coperchio e mettere sul fuoco a fiamma alta. Lasciare appassire per circa 3 minuti. Togliere il coperchio e lasciare asciugare l'acqua e aggiungere l'olio. Far rosolare per qualche minuto.
Ricoprire una placca da forno con carta da forno. Ungere con un paio di cucchiai d'olio e stendere la pasta della pizza con le mani unte d'olio. Distribuire sopra la pizza con un cucchiaino pezzetti di stracchino e mozzarella, straccetti di speck e poi le bietole.

Mettere in forno già caldo a 180° per circa 20 minuti. Quando sembrerà quasi cotta aggiungere un altro po' di stracchino e mozzarella.




mercoledì 5 novembre 2014

Rotolo con crema al mascarpone e Nutella

Questo rotolo è una nostra base classica, utilizzata anche per fare il tiramisù e altri dolci al cucchiaio, tuttavia c'è un piccolo cambiamento, avvenuto per caso... questa volta non abbiamo utilizzato il lievito per dolci. Durante la preparazione urgente di questo dolce ci troviamo sprovviste di lievito, che fare dunque con l'impasto già pronto??
Procediamo senza lievito. Il risultato? Soffice e gustoso comunque!!

CONSIGLI: abbiamo solo fatto attenzione a mescolare con moderazione le farina setacciata, senza lo sbattitore, mantenendo sempre l'impasto ben gonfio.




INGREDIENTI

6 uova
6 cucchiai di zucchero
6 cucchiai di farina bi-aglut 500 g
2 cucchiai di acqua

Per la crema:

250 g di mascarpone + 1/2 cucchiaio di zucchero
2,5 ml di panna fresca + 1 e 1/2 cucchiaio di zucchero
3 cucchiai di Nutella

PROCEDIMENTO

Versare le uova, lo zucchero e l'acqua in uno sbattitore elettrico e montare finchè l'impasto non risulta spumoso e "scrive" (circa 15/20 minuti). Aggiungere la farina servendosi di una spatola, e non dello sbattitore. Amalgamare poco per volta e delicatamente.
Rivestire una placca da forno rettangolare con carta da forno. Versare l'impasto e mettere in forno per circa 25 minuti. Forno già caldo a 170°.
Sfornare e lasciare raffreddare.
Nel mentre preparare la crema: montare la panna con lo zucchero. A parte montare il mascarpone con lo zucchero e la nutella. Unire il mascarpone e nutella alla panna, mescolando delicatamente.
Prendere un pezzo di carta da forno lungo e largo quanto il pan di spagna, inzupparlo con dell'acqua e strizzarlo leggermente. Stendere sopra il pan di spagna e arrotolare. Lasciare in posa ad ammorbidire per circa 20 minuti.
Srotolare il pan di spagna e cospargere con la crema al mascarpone e nutella. Arrotolare. Coprire con carta pellica o alluminio e mettere in frigo.
Servire a piacere: o cacao, o ciuffetti di crema avanzata, o ciuffetti di panna, ecc. 

venerdì 31 ottobre 2014

100% Gluten Free (fri)Day: Pasta con zucca, capuliato di pomodori secchi e mentuccia

Oggi è il 100% Gluten Free (fri)Day  e noi abbiamo deciso di partecipare con una ricettina tutta autunnale e rigorosamente "halloweeniana" fatta di zucca.






INGREDIENTI

300 g di zucca
250 g penne rigate senza glutine MassimoZEro
7/8 pomodori secchi tritati
2 cucchiai di formaggio tipo philadelphia
mezzo scalogno
olio evo q.b.
pinoli q.b
sale q.b
basilico e mentuccia q.b
1/2 tazzina di acqua di cottura della pasta


PROCEDIMENTO

Ricoprire il fondo di una padella con dell'olio. Tagliare la zucca a fettine spesso mezzo cm. Far scaldare l'olio e friggere le fette di zucca in padella. Portate a termine la frittura della zucca e salate.
Con l'olio rimasto in padella fare dorare lo scalogno e i pomodori secchi tritati. Aggiungere la zucca e schiacciare grossolanamente con una forchetta amalgamando il tutto. Aggingere infine i pinoli, il basilico, la mentuccia e  il formaggio cremoso diluito con mezza tazzina di acqua di cottura della pasta. Cuocere le penne e condire con il condimento di zucca.

Servire con una spolverata di parmigiano e basilico fresco.

lunedì 27 ottobre 2014

Il primo strudel non si scorda mai...Strudel di mele con crema e noci

E' proprio vero, la prima volta non si scorda mai...la nostra Vale finalmente ha provato lo STRUDEL!
Non lo aveva mai provato ne comprandolo, ne realizzandolo in casa...ma c'è sempre la prima volta!!
Non è rimasta delusa, perchè l'accostamento di dolce e leggermente salato l'ha trovato incantevole. 



INGREDIENTI:

1 confezione di pasta sfoglia DS Schar
2 mele
1 pera
30 g di noci
succo di mezzo limone
5 cucchiai di zucchero
cannella in polvere
3 cucchiai d'acqua

Per la Crema Pasticcera clicca QUI (Noi abbiamo utilizzato mezza dose)

PROCEDIMENTO

Come prima cosa preparare la crema pasticcera e lasciarla raffreddare.
Lavare , sbucciare e tagliare a pezzetti le mele e la pera. Sistemarli dentro una ciotola e condire con 2 cucchiai di zucchero, il succo di limone una spolveratina di cannella. Lasciare insaporire per circa 20 minuti.
In una padella aggiungere 3 cucchiai d'acqua e le mele e la pera con il succo. Mettere sul fuoco moderato, lasciare che si ammorbidiscano appena e che l'acqua e lo zucchero si addensino. Lasciare raffreddare.
Caramellare le noci: in un padellino versare i gherigli di noci e lo zucchero, accendere il fuoco a fiammo bassa. Man mano che lo zucchero comincia a sciogliersi, mescolare le noci affinchè si caramellino tutte per bene. Non appena lo zucchero si sarà sciolto del tutto e assumerà un colore "caramello", spegnere il fuoco e versare le noci su un foglio di carta forno.
Lasciare raffreddare. Appena fredde tritare grossolanamente le noci.

Stendere la pasta sfoglia e ritagliare dei rettangoli. Spargere sul fondo della sfoglia prima un cucchiaio scarso di crema poi la frutta e infine le noci caramellate. Riporre sopra l'altro strato di spoglia e chiudere per bene inumidendo i bordi con dell'acqua e fermandoli con una forchetta.

Inumidire di acqua, con un pennello da cucina, la parte superiore dello strudel e cospargere con dello zucchero. Mettere in forno a 160° per circa 20 minuti.

venerdì 17 ottobre 2014

"La rucola del mio giardino è sempre più buona", Gnocchi con crema di rucola per il 100% GLUTEN FREE (Fri)DAY e il WFD2014

Eccoci qui, un po' in ritardo ma ci siamo per il 100% #GFFD e per il World Food Day 2014 (#WFD2014) indetto dalla FAO celebrato ogni anno in tutto il mondo il di 16 ottobre.
Noi, insieme a tutta la redazione di Gluten Free Travel & Livingabbiamo voluto partecipare al #WFD2014 preparando per il  100% #GFFD una ricetta a #Km0 per ribadire l'importanza dell'agricoltura familiare e e dei prodotti proprio territorio a Km0.





Quindi oggi vi proponiamo una crema di rucola per accompagnare gnocchi di patate. La nostra rucola cresce spontanea e dalle nostre parti si chiama "rughetta", molto piccante.
Gli gnocchi abbiamo utilizzato quelli della Ciemme il Poeta.

 

CONSIGLI: Dopo aver fatto la crema di rucola, lasciatela insaporire per circa 15 minuti e assaggiate prima di unirla agli gnocchi, se vi sembra che pizzichi troppo aggiungete dell'altro formaggio.

INGREDIENTI per 2 persone
60 g di rucola 
3 cucchiai di formaggio fresco cremoso philadelphia
1 vaschetta di pancetta affumicata Beretta
30 ml di olio evo
30 g di parmigiano grattugiato
sale q.b. 
1 spicchio d'aglio
2 cucchiai d'acqua 
PROCEDIMENTO

Lavare per bene la rucola e farla gocciolare.
In un tritatutto versare la rucola, l'olio, il sale, il formaggio e due cucchiai d'acqua. Frullare il tutto finchè gli ingredienti non saranno completamente amalgamati.
In una padella versare 3 cucchiai d'olio e lo spicchio d'aglio con la pancetta. Lasciare rosolare finchè la pancetta non sarà dorata. Versare la crema di rucola. Aggiustare di sale. Se troppo densa diluire con una tazzina di acqua di cottura degli gnocchi.
Cuocere gli gnocchi e condire con la crema di rucola e pancetta.




lunedì 13 ottobre 2014

Super-Timballo di pasta e melanzane #Km0

Buon inizio di settimana a tutti voi!!
Oggi volgiamo caricarci per bene ed essere in forma tutta la settimana, e quindi cosa c'è di meglio di un superTimballo di pasta!!?




Certo le foto non rendono proprio giustizia, ma quando vorrete siamo disponibili ad ospitarvi per farvelo gustare.
Ci teniamo a ricordare che nei prossimi giorni (16 ottobre) sarà la 33° Giornata Mondiale dell'Alimentazione 2014, indetta dalla FAO. Quest'anno il #WFD2014 sarà dedicato alle family farmers, all'agricoltura familiare...e, come molti di voi sapranno, condividiamo appieno questo tipo di agricoltura poichè abbiamo la fortuna di avere delle famiglie che molto si dedicano a questo tipo di produzione. Il nostro timballo infatti è stato realizzato con materie prime che arrivano direttamente dall'orto di casa: melanzane, passata di pomodoro fatta in casa, basilico, uova e olio evo...tutto (o quasi) a Km 0! 

INGREDIENTI (2 stampini)

250 g di penne rigate Massimo Zero
passata di pomodoro
2 melanzane bianche
80 g di parmigiano
1 uovo sodo
50 g di provola dolce
olio evo
sale q.b.
basilico
mezzo scalogno


PROCEDIMENTO

In una casseruola versare 2 cucchiai di olio e lo scalogno, fare scaldare appena e versare la passata di pomodoro. Salare e lasciare cuocere per circa 20 minuti a fuoco lento. Non appena pronta aggiungere le foglie di basilico.
Nel frattempo lavare e tagliare a fette le melanzane e metterle in una ciotola con acqua fredda salata. Lasciare purgare per circa mezz'ora. Trascorsi 30 minuti, versare abbondante olio in una padella e farlo scaldare; strizzare le melanzane e friggerle nell'olio. Mettere da parte le melanzane leggermente salate.
Cuocere la pasta al dente.
Mentre, ungere degli stampini in alluminio con del burro e del pan grattato. Foderare gli stampini con le melanzane. sul fondo dello stampino disporre un dischetto di uovo sodo.
Non appena la pasta sarà pronta, condire con salsa, parmigiano, provola dolce, l'uovo sodo a pezzetti rimasto. Mescolare il tutto e riempire gli stampini. Ricoprire il fondo con uno strato di melanzane ed infornare a 160° per circa 30 minuti.
Sformare e servire accompagnati con un po' di sugo.

CONSIGLI: Quando condite la pasta con il sugo abbondate un po' perchè essendo la pasta al dente avrà bisogno di un po' di liquidi in più per cuocersi.





lunedì 29 settembre 2014

Un inizio di settimana light and fast: INSALATA di finocchi e Aringa

Ma quanto è triste la domenica pomeriggio??!!
Ti prende quella specie di malinconia che non sai come scacciarla via...sarà perchè il weekend è finito e si ritornerà a lavoro, ma sta di fatto che sarebbe meglio saltare la domenica.

Il lunedì si riparte spesso con pranzi veloci e leggeri per disintossicarsi da un weekend di pizza, pasta al forno, carne ecc, ecc...

Ecco perchè oggi vi proponiamo quello che ci siamo inventate (e quello che il frigo offre) per la nostra pausa pranzo... un'insalatina semplice e gustosa.

Consigli: noi l'aringa affumicata l'abbiamo acquistata sotto vuoto, l'abbiamo tagliata a pezzetti e messa sottolio così potrete conservarla più a lungo e consumarla poco per volta.
Nell'insalatina se gradite potete aggiungere anche dei capperi o della frutta acidula, tipo arance.
Per il cipollotto vi consigliamo di utilizzare le cipolle rosse per insalata che sono anche più dolci e meno forti.



INGREDIENTI:

1 finocchio
30 g olive nere dolci
mezzo cipollotto
1/2 aringa affumicata
sale, pepe q.b.
aceto di mele o glassa di aceto balsamico q.b.
olio evo q.b.

PROCEDIMENTO

Lavare il finocchio e tagliarlo in 4 spicchi. Servendosi di una tavoletta di legno affettarlo in senso longitudinale molto sottile. 
Tagliare il cipollotto molto sottile e riporlo in una tazza con del sale e dell'acqua per circa 10 minuti, così perderà il su forte sapore. Trascorsi i dieci minuti scolare, sciacquare e asciugare con carta assorbente.
Tagliare l'aringa a pezzetti o striscioline sottili. Tagliare le olive nere a rondelle.
Disporre tutti gli ingredienti in una pirofila, condire con sale, pepe, olio e aceto a vostro gusto.

venerdì 26 settembre 2014

Genovesi ERICINE: profumi senza tempo...100% Gluten Free (fri)DAY

Dolce tipico della tradizione trapanese, nello specifico del borgo medievale di ERICE, il piccolo monte ai piedi del quale sorge Trapani. Quando si arriva in vetta oltre a trovare un po' di refrigerio dalla calura dello scirocco, il borgo è inebriato da un dolce profumo di frolla e crema pasticcera: ovvero le GENOVESI.
La ricetta di questo dolce senza tempo è sempre legata alla persona di Maria Grammatico, donna che ha dedicato la sua gioventù e la sua vita alla pasticceria.

La nostra Vale ha voluto cimentarsi nella riproduzione delle genovesi in versione senza glutine, perché di questo dolce ricorda solo il profumo e non il sapore, e siccome il ritorno ad Erice ha lasciato il segno, non ha potuto che cimentarsi in questo delizioso compito.

Consigli: noi non abbiamo abbondato con la crema per paura che durante la cottura si rompesse la frolla e fuoriuscisse, ma potete abbondare un po' di più, provando a realizzare il dischetto di pasta superiore un po' più ampio.





                                   


INGREDIENTI

Per la frolla:
450 g di farina Bi-Aglut da 500 g
150 g di burro ammorbidito
2 uova + 1 tuorlo
225 g di zucchero
1 bustina di vanillina
mezzo cucchiaino di lievito per dolci

Per la Crema Pasticcera:
500 ml di latte
2 tuorli
7 cucchiai di fecola di patate
7 cucchiai di zucchero
1 busta di vanillina
buccia di un limone


PREPARAZIONE

Distribuire sul piano da lavoro la farina, sopra lo zucchero, il lievito. Amalgamare tutti gli ingredienti e formare una fontana al centro. Aggiungere il burro e le uova (+tuorlo). Iniziare ad amalgamare gli ingredienti e man mano impastare fino a formare una palla ben compatta che non si sgretoli.
Avvolgere nella pellicola e riporre in frigo per mezz'ora.
Nel frattempo preparare la crema: in una tegame versare i tuorli e lo zucchero. Sbattere con energia finchè non diventi una crema gialla. Aggiungere la farina poco per volta, continuando ad amalgamare evitando di creare grumi. Aggiungere il latte poco per volta, la vanillina e la buccia di limone. Mettere sul fuoco a fiamma bassa e mescolare finchè non diventerà densa.
Iniziare a stendere la pasta frolla spessa meno di mezzo cm circa, creare dei cerchi con un coppa pasta o una tazza, disporre un cucchiaio di crema al centro del dischetto di pasta e ricoprire con un altro dischetto. fare attenzione che il dischetto superiore non si spacchi.
Disporre le genovesi su una placca da formo ricoperta di carta forno e infornare a 170° per circa 20 minuti.

Servire calde con dello zucchero a velo.






venerdì 19 settembre 2014

Sgombri al cartoccio con peperoni 100% GLUTEN FREE (fri)DAY

BUON 100% GLUTEN FREE (fri)DAY


Oggi partecipiamo con questa deliziosa ricetta a base di pesce. Invece del solito pesce lesso con olio e limone abbiamo voluto provare questa variante presa da una rivista di cucina.




INGREDIENTI:
3 sgombri
3 peperoni cornetti rossi e verdi
10 pomodorini
mezzo limone
salvia
rosmarino
menta
1 spicchio d'aglio
olio
3 cucchiai d'acqua

carta da forno e alluminio per il cartoccio

PROCEDIMENTO
Privare gli sgombri delle interiora e della testa. Lavarli e salarli.
Lavare e tagliare a pezzetti i peperoni, avendoli prima privati dei semi. Versarli in una ciotola con 3 cucchiai d'olio, sale e delle foglioline di menta sminuzzate. Lasciare insaporire per un paio d'ore.
Mettere negli sgombri un ramettino di rosmarino, una foglia di salvia e una fettina di limone.
Preparare a parte un battuto di prezzemolo e aglio con un po' di sale.
Disporli in una terrina gli sgombri e versare sopra il battuto. Lasciare insaporire per almeno 2 ore, girando di tanto in tanto.
Trascorse le 2 ore, ricoprire una pirofila di vetro con 2 strati di carta forno, disporre i peperoni con menta, 3 cucchiai d'acqua, adagiarvi sopra gli sgombri con il battuto di prezzemolo e aglio e ricoprire e sigillare per bene con carta alluminio.
Riporre in forno a 180° per circa 30 minuti.


martedì 16 settembre 2014

TORTA ALLE PESCHE E CARAMELLO: 2° versione

La nostra settimana inizia oggi... Buon martedì.

Una torta golosa che coccolerà voi e i vostri bambini per tutta la settimana (se non la spazzolate via prima!! ;-)) a colazione...

Ricetta originale è quella della torta all'ananas con caramello ma abbiamo voluto provare questa versione con le pesche sciroppate o fresche.





INGREDIENTI:
3 uova
1 vasetto di yogurt alla pesca
2 vasetti di zucchero
2 e 1/2 vasetti di farina Bi-Aglut 500 gr
100 gr di burro fuso
1 bustina di vanillina
1 bustina di lievito per dolci GF

Per il caramello:
150 di zucchero
1 teglia tonda con diametro 26

PROCEDIMENTO
 
 
Dividere gli albumi dai tuorli.
Montare gli albumi con 1 vasetto di zucchero.
A parte sbattere i tuorli con l'altro vasetto di zucchero. Aggiungere poco per volta i vasetti di farina mischiato con il lievito e la vanillina. Man mano che l'impasto risulta duro, aggiungere lo yogurt alla pesca. Aggiungere poi il burro fuso raffreddato. Infine unire gli albumi montati, mescolando delicatamente.
Nella teglia versare lo zucchero per il caramello e far sciogliere a fuoco lento e uniformemente, finchè non sarà caramellato. Lasciare freddare per qualche minuto. Nel frattempo tagliare le pesche sciroppate a fettine o tonde. Quando il caramello sarà freddo adagiare le pesche, imburrare e infarinare i bordi della teglia e versare l'impasto della torta.
Riporre in forno già caldo a 180° per 35 minuti.
Sfornare e lasciare raffreddare per max 15 minuti e sformare.
 
 

venerdì 12 settembre 2014

Melanzane Pizza per il ritorno al 100% GLUTEN FREE (fri)DAY

Semplice, veloce, light e genuino...un piatto che mette d'accordo proprio tutti!
Lo si può servire come antipasto o come piatto unico; riscuote molto successo tra i bambini sia per l'estetica che per il gusto. Ottimo anche per coloro che sono a dieta perché le melanzane sono semplicemente fatte appassire al forno senza olio.

Insomma, non vi resta che provare le nostre MelanzanePizza e dirci se vi sono piaciute!

Vi ricordiamo che con questa ricetta partecipiamo all'iniziativa del 100%GLUTEN FREE (fri)DAY ricordandovi di inviare anche voi la vostra ricetta perchè potrebbe essere scelta per numerose iniziative della Redazione di GLUTEN FREE TRAVEL & LIVING


Consigli per la ricetta: acquistate delle melanzane abbastanza grandi, tipo "prosperosa" dal colore viola scuro, perché durante la cottura tendono a restringere molto; potete omettere l'aglio e l'origano nel condimento di pomodoro e sostituirlo con ciò che preferite, ad esempio: basilico, pepe, cipolla, ecc; noi abbiamo optato per del Galbanino, ma potete utilizzare quello che avete in casa: provala dolce, scamorza, sottilette, ecc.



INGREDIENTI:

2 melanzane grandi  (tipo prosperosa)
300 ml di salsa o pomodoro fresco frullato
1 spicchio d'aglio
1/2 cucchiaio di origano
Galbanino q.b.
sale e pepe q.b
olio evo q.b.

PROCEDIMENTO
Lavare e privare le melanzane della buccia. Tagliarle a fette rotonde. Ricoprire il fondo della placca da forno o di una teglia con carta forno, adagiarvi sopra le fette di melanzane e cospargere con del sale a vostro gusto. Mettere in forno già caldo a 200° per circa 15/20 minuti.
Nel frattempo condire il pomodoro con sale, poco olio, pepe, aglio a pezzetti e origano.
trascorsi i 15 minuti distribuire il pomodoro sulle melanzane e rimettere in forno per altri 10 minuti.
Quando il pomodoro vi sembrerà abbastanza cotto, adagiate sopra le fette di Galbanino o le sottolette.
Passare al grill per qualche istante, finchè il formaggio non si sarà sciolto.
Servire tiepide.



mercoledì 10 settembre 2014

Pomodori Secchi HOmeMade

Lo avevamo promesso, ed oggi eccoli qui...POMODORI SECCHI HOMEMADE

Diciamo che il procedimento richiede un bel po' di pazienza ma volete mettere l'orgoglio di fare dei pomodori secchi fatti in casa??!! Anzi coltivati, raccolti e preparati in casa!!??

Questa volta è un po' difficile lasciarvi gli ingredienti e il procedimento...quindi preferiamo raccontarvelo...




Prima di lasciarvi la ricetta vi segnaliamo questo strepitoso evento curato dalla redazione di Gluten free travel and living in collaborazione con Cuocona l'aperitivo più sglutinato che ci sia...stasera a Milano!!
Per ulteriori info consultate la pagina fb 100% APERITIVO GF A MILANO



Raccogliete dei pomodori rossi sodi (nè troppo acerbi né troppo maturi), privateli del picciolo, lavateli e asciugateli.
Tagliate i pomodori a metà e disponeteli, con la parte dei semi all'insù, su di un vassoio il cui fondo sarà coperto da un canovaccio.
Spargete del sale sui pomodori (la quantità orientatevi come se voleste condirli, ma non troppo!)
Coprite i pomodori con una retina (come quella che vedete in foto) e metteteli a seccare al sole al MATTINO e rientrateli nel TARDO POMERIGGIO (quando sarà calato il sole). La notte lasciateli in un ambiente asciutto non troppo umido.

Il mattino seguente ripetete lo stesso procedimento: salare (una spolveratina), coprire con retina, disporre al sole e rientrare la sera.

Eseguite questo procedimento per almeno 3 giorni finchè i pomodori non saranno secchi come li vedete in foto. Vi consigliamo di controllare giornalmente l'interno dei pomodori perché tendono a fare la muffa, in quel caso gettateli.

Per la conserva: noi li abbiamo conservati alla fine del processo di essiccatura in un barattolo di vetro senza olio o altro.
Ne abbiamo, invece,  lasciati un bel po' per conservarli sott'olio: portate ad ebollizione dell'acqua e versate i pomodori (la quantità che desiderate) fate sobbollire per circa 5 minuti, finchè non si ammorbidiranno un po'. Scolate e asciugate con della carta assorbente.
Sistemate in pomodori ben asciutti in un barattolo, se volete potete aromatizzare con origano e uno spicchio d'aglio, infine ricoprite con olio evo.

Noi li adoriamo: semplici sul pane, nel risotto, nell'impasto del pane, ecc









lunedì 8 settembre 2014

PanBrioche "rifatto" con Pomodori Secchi "homemade" e formaggio cremoso

Bentornati nella nostra cucina!!
In ritardo dalle vacanze ma ci siamo...
Oggi vogliamo deliziarvi con una ricetta che ha fatto compagnia alla nostra Vale durante le vacanze ed i viaggi estivi: uno splendido e gustoso PANFOCACCIA!!
La ricetta non è nostra ma l'abbiamo scoperta grazie all'iniziativa del 100% GLUTEN FREE (fri)DAY e ce ne siamo innamorate.
Questa focaccia è della nostra carissima, ma soprattutto strabravissima amica Sonia LA CASSATA CELIACA; nel suo blog troverete mille altre ricette squisite tutte gluten free.

Noi l'abbiamo provata con dei pomodori secchi home-made fatti dalla nostra Vale, e formaggio cremoso...squisita!! (la ricetta dei pomodori secchi fatta in casa la pubblicheremo prossimamente)

Le dosi del mix di farine per la focaccia è stato ideato dalle ragazze di "Un cuore di farina senza glutine", noi in assenza di alcune di queste le abbiamo cambiate.

CONSIGLI: Anche se il giorno dopo tenderà ad indurirsi un po' passandola in piastra tornerà come appena sfornata...morbida e croccante. Potete inoltre arricchire l'impasto con olive o pomodori secchi.



 
 
 
INGREDIENTI:
 
250 g di Farmo per pane e pizze
120 g Nutri Free senza lattosio
80 g di Mix B Schar
50 g di olio o strutto
10 g lievito secco
un pizzico di sale
1 uovo+ latte fino a raggiungere 300 ml
 
PREPARAZIONE
 
Disporre il mix di farine su una spianatoia (solo per impasti GF!!), aggiungere il sale e amalgamare alla farina. In due dita di latte sciogliere il lievito. In contenitore-misuratore, rompere e versare l'uovo, sbatterlo energicamente con una frusta e aggiungere il latte fino a raggiungere i 300 ml. Creare una fontana al centro della farina e aggiungere poco alla volta il lievito e il latte. Continuare ad impastare finchè non saranno terminati i liquidi. Aggiungere infine l'olio. Versare l'impasto in una teglia rotonda 24 cm e oleata, coprire con carta pellicola e lasciare lievitare per circa 1h e 30 min.  Prima di infornare, spennellare il sopra della pan brioche con tuorlo d'uovo battuto e latte. Riporre in forno a 200° per 18 minuti.
Tagliare e metà e imbottire a piacere.
 
 

giovedì 24 luglio 2014

Risotto con Fave e Champignon

Certo 20 minuti per cucinare un risottino non sono certo pochi, ma se nel frigo e nel freezer regna la solitudine, mentre sistemi qualcosa a casa o prepari per la cena, 20 minuti saranno anche pochi per un pranzetto coi fiocchi...che potrete anche riciclare per il pranzo di domani in ufficio!!

Ecco, questo risotto nasce da queste esigenze...ci siamo lasciate ispirare dal freezer e questo è il risultato!! 


INGREDIENTI:

300 gr di fave surgelate
300 gr di champignon surgelati
3 bicchieri di riso parboiled
mezzo scalogno
4 cucchiai di olio evo
1 dado GF*
700 ml di acqua+1 bicchiere
1 tazzina di vino bianco
2 cucchiai di parmigiano
sale e pepe
rosmarino

PROCEDIMENTO

In un tegame versare le fave e i funghi, aggiungere 2 cucchiai d'olio, lo scalogno a pezzetti e 1 bicchiere d'acqua. Mettere il coperchio e lasciare cuocere per circa 10 minuti. Non appena fave e funghi si saranno scongelati e l'acqua inizia ad asciugarsi, eliminare l'acqua in eccesso e riporla in un altro tegamino.
Eliminata l'acqua in eccesso aggiungere il restante olio e il riso. Far tostare per qualche minuto e sfumare con una tazzina di vino bianco.
All'acqua in eccesso eliminata aggiungere i 700 ml di acqua e portare ad ebollizione con il dado. Aggiungere i mestoli d'acqua con il dado, gradualmente al risotto, finchè non sarà cotto.
Aggiustare durante la cottura di sale e pepe.
Infine mantecare con una noce di burro (potete anche ometterla!) il parmigiano e il rosmarino.

venerdì 18 luglio 2014

INSALATA DI RISO dell'ORTO: 100% GLUTEN FREE (fri)DAY e BIO

Nonostante l'estate sia ormai arrivata, noi ancora ci barcameniamo tra libri, lavoro, traslochi e stress!!

Con del riso in bianco rimasto delle sera precedente la nostra Vale ha realizzato un pranzetto fresco e semileggero, se non fosse che ha fritto zucchine e melanzana. 

Una gustosa Insalata di riso!!

Tutti gli ingredienti che vedete provengono dall'orto del papà celiaco e credeteci che hanno tutto un altro sapore: tenere e gustose zucchine bianche, dolcissime melanzane bianche, rucola selvatica e basilico fresco!!

 



Con questa fresca insalata di riso BIo ritorniamo al consueto appuntamento del "100% GLUTEN FREE (fri)DAY"


Partecipate anche voi all'iniziativa compilando il form che troverete QUI, abbiamo per voi delle piccole sorprese, scopritele cliccando MI PIACE sulla pagina FB di Gluten Free Travel & living (QUI)

Adesso vi lasciamo alla ricetta




INGREDIENTI (4 persone)

300 gr di riso originario bollito ben scolato
1 zucchinetta bianca
1 melanzana bianca
6 pomodori rossi ben sodi
100 gr di provola dolce *gf
qualche foglia di basilico
un mazzetto di rucola
4 cucchiai di olio evo
2 cucchiaini di aceto
mezzo cucchiaino di zenzero e curry
olio per friggere q.b.

PROCEDIMENTO

Lavare la zucchina, la melanzana, rucola e basilico. Tagliare le zucchine a metà e privarle dei semi in eccesso. A questo punto tagliarle a tocchetti. Tagliare la melanzana a dadini . In una padella mettere dell'olio per friggere e non appena caldo versare le zucchine. Nello stesso olio friggere le melanzane.
Nella ciotola in cui è conservato il riso aggiungere gli ortaggi fritti, il basilico e la rucola sminuzzati. Mescolare il tutto. Lavare e tagliare a dadini anche i pomodori (privandoli dei semi) e aggiungerli all'insalata.
Tagliare a dadini anche la provola dolce e aggiungere.
Aggiustare di sale, pepe e condire con 4 cucchiai di olio, lo zenzero e il curry. 

Potete anche non friggere gli ortaggi e optare per la cottura arrosto; per il curry e lo zenzero regolatevi a vostro gusto. Potete servire l'insalata fredda o uscendola dal frigo poco prima di servirla.


lunedì 14 luglio 2014

Un Classico rivisitato: Parmigiana di pesce spada!

Questo piatto l'ha provato la nostra Vale qualche anno fa in un ristorante; a distanza di qualche anno si è voluta cimentare nella sua riproduzione, non ricordando bene alcuni possibili passaggi: se le melanzane fossero fritte o cotte a vapore, se il pesce fosse prima scottato e poi assemblato successivamente o crudo direttamente...
Noi abbiamo fatto a modo nostro!! Il risultato non ci ha deluso.
Una ricetta estremamente delicata e gustosa. Per alcuni un po' difficile da accettare, per altri una piacevole scoperta.

Lasciamo a voi la scelta...


INGREDIENTI: (per 8 persone)

12 fettine di pesce spada sottili (meno di mezzo cm)
300 ml di salsa fatta in casa
fettine di formaggio filante senza glutine
2 melanzane BIO
100 g di parmigiano
olio d'oliva q.b. per friggere
sale e pepe q.b.
basilico q.b.

PROCEDIMENTO

Come prima cosa tagliare le melanzane e metterle a bagno in acqua fredda con un po' di sale. Lasciare in acqua per circa 30 minuti.
Nel frattempo scaldare una padella con 4 cucchiai d'olio. Appena caldo scottare appena le fettine di pesce spada e riporre su carta assorbente. Aggiungere un po' di sale.
Strizzare per bene le melanzane, aggiungere dell'altro olio a quello dove avete scottato il pesce e friggere le melanzane.
Tagliare il formaggio filante a fettine o a cubetti.
Assemblaggio della parmigiana: In una pirofila di vetro ricoprire il fondo con qualche cucchiaio di salsa, delle foglie di basilico fresco e disporre uno strato di melanzane, poi di pesce spada, salsa, formaggio filante e una spolverata di parmigiano, foglie di basilico e salsa; ripetere per altri due strati l'operazione o finchè non terminano gli ingredienti.

Coprire con della carta alluminio e riporre in forno prescaldato a 160° per circa 20 minuti.

Servire tiepida.
 






venerdì 27 giugno 2014

COPPA (forse) MAKALOFF, per un compleanno da campioni!

Occasione ghiotta è stata il compleanno del fratellone pallavolista di Vale, ovvero il nostro amico FIGO Pietro, simpaticone e dalle spalle larghe , con il quale ci divertiamo a prenderci gioco della nostra Vale!!
Per il suo compleanno non sarebbe bastato un semplice semifreddo o una semplice crostatina... ma per riempire 2 m di altezza ci sarebbe voluto un signor Dolce...supermegacalorico, ricco di crema, panna e frutta, ed ecco servita la Coppa MAkaloff!!
Non abbiamo idea da dove sia sbucata fuori questa ricetta, è un qualcosa che viene tramandato di amico in amico, di madre in figlia. Ed è per questo motivo che non sappiamo se il nome esatto della ricetta sia proprio questo "Makaloff".
È un dolce al cucchiaio un po' impegnativo da preparare ma squisito e fresco!



Con questa ricetta partecipiamo al consueto appuntamento del 100% GLUTEN FREE (fri)DAY. Collegatevi al sito Gluten Free Travel and Living e inserite la vostra ricetta nel form (QUI) e inserite sul vostro blog il logo:



INGREDIENTI:

Per il Pan di Spagna
6 uova
200 g farina Bi-Aglut 500 g
50 g maizena
250 g zucchero
1 vasetto di yogurt bianco
1 bustina di lievito per dolci gf

Per la crema
4 tuorli,
14 cucchiai di zucchero
10 cucchiai di farina di riso Molino Rossetto
1 litro latte
 Buccia di un limone bio

Per la frutta
Tagliare la frutta mista (ananas e  pesche sciroppate, pere, banane, kiwi).
Condire la frutta con 1cucchiaio di  zucchero e succo di 1/2 limone.

Per assemblare e decorare
500 ml panna fresca
2 cucchiai di zucchero
sughetto deposto dalla frutta mischiato a 3 dita  d'acqua con 4 gocce di essenza al rum (per la bagna).


PROCEDIMENTO


Iniziare con la preparazione del panettone.
In una ciotola sbattere i tuorli con metà zucchero finchè non diventerà una cremina gialla.
Montare gli albumi ben fermi con lo zucchero rimasto. Aggiungere lo yogurt ai tuorli e poi poco per volta la farina con la maizena. Mescolare tutto per bene. Unire gli albumi avendo cura di mescolare dall'alto verso il basso. Infine aggiungere il lievito. mettere in forno ventilato a 160° per 40 minuti.
Controllare la cottura con lo stuzzica denti. Lasciare raffreddare e poi tagliare il panettone in due dischi.
Per la preparazione della crema pasticcera cliccate QUI
Assemblaggio della coppa:
In una grande ciotola liscia (potete optare anche per dei bicchierini) ricoprire il fondo con il pan di Spagna e inzupparlo leggermente con un pennello con la bagna al rum. Poi distribuire qualche cucchiaio di frutta, proseguire con la crema e poi la panna montata con lo zucchero. Ripetere nuovamente il procedimento con panettone, bagnarlo, frutta, crema e panna. Infine decorare l'ultimo strato con le mandorle caramellato. Riporre in frigo per 4/5 ore per far rispettare il tutto.