Etichette

lunedì 29 settembre 2014

Un'inizio di settimana light and fast: INSALATA di finocchi e Aringa

Ma quanto è triste la domenica pomeriggio??!!
Ti prende quella specie di malinconia che non sai come scacciarla via...sarà perchè il weekend è finito e si ritornerà a lavoro, ma sta di fatto che sarebbe meglio saltare la domenica.

Il lunedì si riparte spesso con pranzi veloci e leggeri per disintossicarsi da un weekend di pizza, pasta al forno, carne ecc, ecc...

Ecco perchè oggi vi proponiamo quello che ci siamo inventate (e quello che il frigo offre) per la nostra pausa pranzo... un'insalatina semplice e gustosa.

Consigli: noi l'aringa affumicata l'abbiamo acquistata sotto vuoto, l'abbiamo tagliata a pezzetti e messa sottolio così potrete conservarla più a lungo e consumarla poco per volta.
Nell'insalatina se gradite potete aggiungere anche dei capperi o della frutta acidula, tipo arance.
Per il cipollotto vi consigliamo di utilizzare le cipolle rosse per insalata che sono anche più dolci e meno forti.



INGREDIENTI:

1 finocchio
30 g olive nere dolci
mezzo cipollotto
1/2 aringa affumicata
sale, pepe q.b.
aceto di mele o glassa di aceto balsamico q.b.
olio evo q.b.

PROCEDIMENTO

Lavare il finocchio e tagliarlo in 4 spicchi. Servendosi di una tavoletta di legno affettarlo in senso longitudinale molto sottile. 
Tagliare il cipollotto molto sottile e riporlo in una tazza con del sale e dell'acqua per circa 10 minuti, così perderà il su forte sapore. Trascorsi i dieci minuti scolare, sciacquare e asciugare con carta assorbente.
Tagliare l'aringa a pezzetti o striscioline sottili. Tagliare le olive nere a rondelle.
Disporre tutti gli ingredienti in una pirofila, condire con sale, pepe, olio e aceto a vostro gusto.

venerdì 26 settembre 2014

Genovesi ERICINE: profumi senza tempo...100% Gluten Free (fri)DAY

Dolce tipico della tradizione trapanese, nello specifico del borgo medievale di ERICE, il piccolo monte ai piedi del quale sorge Trapani. Quando si arriva in vetta oltre a trovare un po' di refrigerio dalla calura dello scirocco, il borgo è inebriato da un dolce profumo di frolla e crema pasticcera: ovvero le GENOVESI.
La ricetta di questo dolce senza tempo è sempre legata alla persona di Maria Grammatico, donna che ha dedicato la sua gioventù e la sua vita alla pasticceria.

La nostra Vale ha voluto cimentarsi nella riproduzione delle genovesi in versione senza glutine, perché di questo dolce ricorda solo il profumo e non il sapore, e siccome il ritorno ad Erice ha lasciato il segno, non ha potuto che cimentarsi in questo delizioso compito.

Consigli: noi non abbiamo abbondato con la crema per paura che durante la cottura si rompesse la frolla e fuoriuscisse, ma potete abbondare un po' di più, provando a realizzare il dischetto di pasta superiore un po' più ampio.





                                   


INGREDIENTI

Per la frolla:
450 g di farina Bi-Aglut da 500 g
150 g di burro ammorbidito
2 uova + 1 tuorlo
225 g di zucchero
1 bustina di vanillina
mezzo cucchiaino di lievito per dolci

Per la Crema Pasticcera:
500 ml di latte
2 tuorli
7 cucchiai di fecola di patate
7 cucchiai di zucchero
1 busta di vanillina
buccia di un limone


PREPARAZIONE

Distribuire sul piano da lavoro la farina, sopra lo zucchero, il lievito. Amalgamare tutti gli ingredienti e formare una fontana al centro. Aggiungere il burro e le uova (+tuorlo). Iniziare ad amalgamare gli ingredienti e man mano impastare fino a formare una palla ben compatta che non si sgretoli.
Avvolgere nella pellicola e riporre in frigo per mezz'ora.
Nel frattempo preparare la crema: in una tegame versare i tuorli e lo zucchero. Sbattere con energia finchè non diventi una crema gialla. Aggiungere la farina poco per volta, continuando ad amalgamare evitando di creare grumi. Aggiungere il latte poco per volta, la vanillina e la buccia di limone. Mettere sul fuoco a fiamma bassa e mescolare finchè non diventerà densa.
Iniziare a stendere la pasta frolla spessa meno di mezzo cm circa, creare dei cerchi con un coppa pasta o una tazza, disporre un cucchiaio di crema al centro del dischetto di pasta e ricoprire con un altro dischetto. fare attenzione che il dischetto superiore non si spacchi.
Disporre le genovesi su una placca da formo ricoperta di carta forno e infornare a 170° per circa 20 minuti.

Servire calde con dello zucchero a velo.






venerdì 19 settembre 2014

Sgombri al cartoccio con peperoni 100% GLUTEN FREE (fri)DAY

BUON 100% GLUTEN FREE (fri)DAY


Oggi partecipiamo con questa deliziosa ricetta a base di pesce. Invece del solito pesce lesso con olio e limone abbiamo voluto provare questa variante presa da una rivista di cucina.




INGREDIENTI:
3 sgombri
3 peperoni cornetti rossi e verdi
10 pomodorini
mezzo limone
salvia
rosmarino
menta
1 spicchio d'aglio
olio
3 cucchiai d'acqua

carta da forno e alluminio per il cartoccio

PROCEDIMENTO
Privare gli sgombri delle interiora e della testa. Lavarli e salarli.
Lavare e tagliare a pezzetti i peperoni, avendoli prima privati dei semi. Versarli in una ciotola con 3 cucchiai d'olio, sale e delle foglioline di menta sminuzzate. Lasciare insaporire per un paio d'ore.
Mettere negli sgombri un ramettino di rosmarino, una foglia di salvia e una fettina di limone.
Preparare a parte un battuto di prezzemolo e aglio con un po' di sale.
Disporli in una terrina gli sgombri e versare sopra il battuto. Lasciare insaporire per almeno 2 ore, girando di tanto in tanto.
Trascorse le 2 ore, ricoprire una pirofila di vetro con 2 strati di carta forno, disporre i peperoni con menta, 3 cucchiai d'acqua, adagiarvi sopra gli sgombri con il battuto di prezzemolo e aglio e ricoprire e sigillare per bene con carta alluminio.
Riporre in forno a 180° per circa 30 minuti.


martedì 16 settembre 2014

TORTA ALLE PESCHE E CARAMELLO: 2° versione

La nostra settimana inizia oggi... Buon martedì.

Una torta golosa che coccolerà voi e i vostri bambini per tutta la settimana (se non la spazzolate via prima!! ;-)) a colazione...

Ricetta originale è quella della torta all'ananas con caramello ma abbiamo voluto provare questa versione con le pesche sciroppate o fresche.





INGREDIENTI:
3 uova
1 vasetto di yogurt alla pesca
2 vasetti di zucchero
2 e 1/2 vasetti di farina Bi-Aglut 500 gr
100 gr di burro fuso
1 bustina di vanillina
1 bustina di lievito per dolci GF

Per il caramello:
150 di zucchero
1 teglia tonda con diametro 26

PROCEDIMENTO
 
 
Dividere gli albumi dai tuorli.
Montare gli albumi con 1 vasetto di zucchero.
A parte sbattere i tuorli con l'altro vasetto di zucchero. Aggiungere poco per volta i vasetti di farina mischiato con il lievito e la vanillina. Man mano che l'impasto risulta duro, aggiungere lo yogurt alla pesca. Aggiungere poi il burro fuso raffreddato. Infine unire gli albumi montati, mescolando delicatamente.
Nella teglia versare lo zucchero per il caramello e far sciogliere a fuoco lento e uniformemente, finchè non sarà caramellato. Lasciare freddare per qualche minuto. Nel frattempo tagliare le pesche sciroppate a fettine o tonde. Quando il caramello sarà freddo adagiare le pesche, imburrare e infarinare i bordi della teglia e versare l'impasto della torta.
Riporre in forno già caldo a 180° per 35 minuti.
Sfornare e lasciare raffreddare per max 15 minuti e sformare.
 
 

venerdì 12 settembre 2014

Melanzane Pizza per il ritorno al 100% GLUTEN FREE (fri)DAY

Semplice, veloce, light e genuino...un piatto che mette d'accordo proprio tutti!
Lo si può servire come antipasto o come piatto unico; riscuote molto successo tra i bambini sia per l'estetica che per il gusto. Ottimo anche per coloro che sono a dieta perché le melanzane sono semplicemente fatte appassire al forno senza olio.

Insomma, non vi resta che provare le nostre MelanzanePizza e dirci se vi sono piaciute!

Vi ricordiamo che con questa ricetta partecipiamo all'iniziativa del 100%GLUTEN FREE (fri)DAY ricordandovi di inviare anche voi la vostra ricetta perchè potrebbe essere scelta per numerose iniziative della Redazione di GLUTEN FREE TRAVEL & LIVING


Consigli per la ricetta: acquistate delle melanzane abbastanza grandi, tipo "prosperosa" dal colore viola scuro, perché durante la cottura tendono a restringere molto; potete omettere l'aglio e l'origano nel condimento di pomodoro e sostituirlo con ciò che preferite, ad esempio: basilico, pepe, cipolla, ecc; noi abbiamo optato per del Galbanino, ma potete utilizzare quello che avete in casa: provala dolce, scamorza, sottilette, ecc.



INGREDIENTI:

2 melanzane grandi  (tipo prosperosa)
300 ml di salsa o pomodoro fresco frullato
1 spicchio d'aglio
1/2 cucchiaio di origano
Galbanino q.b.
sale e pepe q.b
olio evo q.b.

PROCEDIMENTO
Lavare e privare le melanzane della buccia. Tagliarle a fette rotonde. Ricoprire il fondo della placca da forno o di una teglia con carta forno, adagiarvi sopra le fette di melanzane e cospargere con del sale a vostro gusto. Mettere in forno già caldo a 200° per circa 15/20 minuti.
Nel frattempo condire il pomodoro con sale, poco olio, pepe, aglio a pezzetti e origano.
trascorsi i 15 minuti distribuire il pomodoro sulle melanzane e rimettere in forno per altri 10 minuti.
Quando il pomodoro vi sembrerà abbastanza cotto, adagiate sopra le fette di Galbanino o le sottolette.
Passare al grill per qualche istante, finchè il formaggio non si sarà sciolto.
Servire tiepide.



mercoledì 10 settembre 2014

Pomodori Secchi HOmeMade

Lo avevamo promesso, ed oggi eccoli qui...POMODORI SECCHI HOMEMADE

Diciamo che il procedimento richiede un bel po' di pazienza ma volete mettere l'orgoglio di fare dei pomodori secchi fatti in casa??!! Anzi coltivati, raccolti e preparati in casa!!??

Questa volta è un po' difficile lasciarvi gli ingredienti e il procedimento...quindi preferiamo raccontarvelo...




Prima di lasciarvi la ricetta vi segnaliamo questo strepitoso evento curato dalla redazione di Gluten free travel and living in collaborazione con Cuocona l'aperitivo più sglutinato che ci sia...stasera a Milano!!
Per ulteriori info consultate la pagina fb 100% APERITIVO GF A MILANO



Raccogliete dei pomodori rossi sodi (nè troppo acerbi né troppo maturi), privateli del picciolo, lavateli e asciugateli.
Tagliate i pomodori a metà e disponeteli, con la parte dei semi all'insù, su di un vassoio il cui fondo sarà coperto da un canovaccio.
Spargete del sale sui pomodori (la quantità orientatevi come se voleste condirli, ma non troppo!)
Coprite i pomodori con una retina (come quella che vedete in foto) e metteteli a seccare al sole al MATTINO e rientrateli nel TARDO POMERIGGIO (quando sarà calato il sole). La notte lasciateli in un ambiente asciutto non troppo umido.

Il mattino seguente ripetete lo stesso procedimento: salare (una spolveratina), coprire con retina, disporre al sole e rientrare la sera.

Eseguite questo procedimento per almeno 3 giorni finchè i pomodori non saranno secchi come li vedete in foto. Vi consigliamo di controllare giornalmente l'interno dei pomodori perché tendono a fare la muffa, in quel caso gettateli.

Per la conserva: noi li abbiamo conservati alla fine del processo di essiccatura in un barattolo di vetro senza olio o altro.
Ne abbiamo, invece,  lasciati un bel po' per conservarli sott'olio: portate ad ebollizione dell'acqua e versate i pomodori (la quantità che desiderate) fate sobbollire per circa 5 minuti, finchè non si ammorbidiranno un po'. Scolate e asciugate con della carta assorbente.
Sistemate in pomodori ben asciutti in un barattolo, se volete potete aromatizzare con origano e uno spicchio d'aglio, infine ricoprite con olio evo.

Noi li adoriamo: semplici sul pane, nel risotto, nell'impasto del pane, ecc









lunedì 8 settembre 2014

PanBrioche "rifatto" con Pomodori Secchi "homemade" e formaggio cremoso

Bentornati nella nostra cucina!!
In ritardo dalle vacanze ma ci siamo...
Oggi vogliamo deliziarvi con una ricetta che ha fatto compagnia alla nostra Vale durante le vacanze ed i viaggi estivi: uno splendido e gustoso PANFOCACCIA!!
La ricetta non è nostra ma l'abbiamo scoperta grazie all'iniziativa del 100% GLUTEN FREE (fri)DAY e ce ne siamo innamorate.
Questa focaccia è della nostra carissima, ma soprattutto strabravissima amica Sonia LA CASSATA CELIACA; nel suo blog troverete mille altre ricette squisite tutte gluten free.

Noi l'abbiamo provata con dei pomodori secchi home-made fatti dalla nostra Vale, e formaggio cremoso...squisita!! (la ricetta dei pomodori secchi fatta in casa la pubblicheremo prossimamente)

Le dosi del mix di farine per la focaccia è stato ideato dalle ragazze di "Un cuore di farina senza glutine", noi in assenza di alcune di queste le abbiamo cambiate.

CONSIGLI: Anche se il giorno dopo tenderà ad indurirsi un po' passandola in piastra tornerà come appena sfornata...morbida e croccante. Potete inoltre arricchire l'impasto con olive o pomodori secchi.



 
 
 
INGREDIENTI:
 
250 g di Farmo per pane e pizze
120 g Nutri Free senza lattosio
80 g di Mix B Schar
50 g di olio o strutto
10 g lievito secco
un pizzico di sale
1 uovo+ latte fino a raggiungere 300 ml
 
PREPARAZIONE
 
Disporre il mix di farine su una spianatoia (solo per impasti GF!!), aggiungere il sale e amalgamare alla farina. In due dita di latte sciogliere il lievito. In contenitore-misuratore, rompere e versare l'uovo, sbatterlo energicamente con una frusta e aggiungere il latte fino a raggiungere i 300 ml. Creare una fontana al centro della farina e aggiungere poco alla volta il lievito e il latte. Continuare ad impastare finchè non saranno terminati i liquidi. Aggiungere infine l'olio. Versare l'impasto in una teglia rotonda 24 cm e oleata, coprire con carta pellicola e lasciare lievitare per circa 1h e 30 min.  Prima di infornare, spennellare il sopra della pan brioche con tuorlo d'uovo battuto e latte. Riporre in forno a 200° per 18 minuti.
Tagliare e metà e imbottire a piacere.
 
 

giovedì 24 luglio 2014

Risotto con Fave e Champignon

Certo 20 minuti per cucinare un risottino non sono certo pochi, ma se nel frigo e nel freezer regna la solitudine, mentre sistemi qualcosa a casa o prepari per la cena, 20 minuti saranno anche pochi per un pranzetto coi fiocchi...che potrete anche riciclare per il pranzo di domani in ufficio!!

Ecco, questo risotto nasce da queste esigenze...ci siamo lasciate ispirare dal freezer e questo è il risultato!! 


INGREDIENTI:

300 gr di fave surgelate
300 gr di champignon surgelati
3 bicchieri di riso parboiled
mezzo scalogno
4 cucchiai di olio evo
1 dado GF*
700 ml di acqua+1 bicchiere
1 tazzina di vino bianco
2 cucchiai di parmigiano
sale e pepe
rosmarino

PROCEDIMENTO

In un tegame versare le fave e i funghi, aggiungere 2 cucchiai d'olio, lo scalogno a pezzetti e 1 bicchiere d'acqua. Mettere il coperchio e lasciare cuocere per circa 10 minuti. Non appena fave e funghi si saranno scongelati e l'acqua inizia ad asciugarsi, eliminare l'acqua in eccesso e riporla in un altro tegamino.
Eliminata l'acqua in eccesso aggiungere il restante olio e il riso. Far tostare per qualche minuto e sfumare con una tazzina di vino bianco.
All'acqua in eccesso eliminata aggiungere i 700 ml di acqua e portare ad ebollizione con il dado. Aggiungere i mestoli d'acqua con il dado, gradualmente al risotto, finchè non sarà cotto.
Aggiustare durante la cottura di sale e pepe.
Infine mantecare con una noce di burro (potete anche ometterla!) il parmigiano e il rosmarino.

venerdì 18 luglio 2014

INSALATA DI RISO dell'ORTO: 100% GLUTEN FREE (fri)DAY e BIO

Nonostante l'estate sia ormai arrivata, noi ancora ci barcameniamo tra libri, lavoro, traslochi e stress!!

Con del riso in bianco rimasto delle sera precedente la nostra Vale ha realizzato un pranzetto fresco e semileggero, se non fosse che ha fritto zucchine e melanzana. 

Una gustosa Insalata di riso!!

Tutti gli ingredienti che vedete provengono dall'orto del papà celiaco e credeteci che hanno tutto un altro sapore: tenere e gustose zucchine bianche, dolcissime melanzane bianche, rucola selvatica e basilico fresco!!

 



Con questa fresca insalata di riso BIo ritorniamo al consueto appuntamento del "100% GLUTEN FREE (fri)DAY"


Partecipate anche voi all'iniziativa compilando il form che troverete QUI, abbiamo per voi delle piccole sorprese, scopritele cliccando MI PIACE sulla pagina FB di Gluten Free Travel & living (QUI)

Adesso vi lasciamo alla ricetta




INGREDIENTI (4 persone)

300 gr di riso originario bollito ben scolato
1 zucchinetta bianca
1 melanzana bianca
6 pomodori rossi ben sodi
100 gr di provola dolce *gf
qualche foglia di basilico
un mazzetto di rucola
4 cucchiai di olio evo
2 cucchiaini di aceto
mezzo cucchiaino di zenzero e curry
olio per friggere q.b.

PROCEDIMENTO

Lavare la zucchina, la melanzana, rucola e basilico. Tagliare le zucchine a metà e privarle dei semi in eccesso. A questo punto tagliarle a tocchetti. Tagliare la melanzana a dadini . In una padella mettere dell'olio per friggere e non appena caldo versare le zucchine. Nello stesso olio friggere le melanzane.
Nella ciotola in cui è conservato il riso aggiungere gli ortaggi fritti, il basilico e la rucola sminuzzati. Mescolare il tutto. Lavare e tagliare a dadini anche i pomodori (privandoli dei semi) e aggiungerli all'insalata.
Tagliare a dadini anche la provola dolce e aggiungere.
Aggiustare di sale, pepe e condire con 4 cucchiai di olio, lo zenzero e il curry. 

Potete anche non friggere gli ortaggi e optare per la cottura arrosto; per il curry e lo zenzero regolatevi a vostro gusto. Potete servire l'insalata fredda o uscendola dal frigo poco prima di servirla.


lunedì 14 luglio 2014

Un Classico rivisitato: Parmigiana di pesce spada!

Questo piatto l'ha provato la nostra Vale qualche anno fa in un ristorante; a distanza di qualche anno si è voluta cimentare nella sua riproduzione, non ricordando bene alcuni possibili passaggi: se le melanzane fossero fritte o cotte a vapore, se il pesce fosse prima scottato e poi assemblato successivamente o crudo direttamente...
Noi abbiamo fatto a modo nostro!! Il risultato non ci ha deluso.
Una ricetta estremamente delicata e gustosa. Per alcuni un po' difficile da accettare, per altri una piacevole scoperta.

Lasciamo a voi la scelta...


INGREDIENTI: (per 8 persone)

12 fettine di pesce spada sottili (meno di mezzo cm)
300 ml di salsa fatta in casa
fettine di formaggio filante senza glutine
2 melanzane BIO
100 g di parmigiano
olio d'oliva q.b. per friggere
sale e pepe q.b.
basilico q.b.

PROCEDIMENTO

Come prima cosa tagliare le melanzane e metterle a bagno in acqua fredda con un po' di sale. Lasciare in acqua per circa 30 minuti.
Nel frattempo scaldare una padella con 4 cucchiai d'olio. Appena caldo scottare appena le fettine di pesce spada e riporre su carta assorbente. Aggiungere un po' di sale.
Strizzare per bene le melanzane, aggiungere dell'altro olio a quello dove avete scottato il pesce e friggere le melanzane.
Tagliare il formaggio filante a fettine o a cubetti.
Assemblaggio della parmigiana: In una pirofila di vetro ricoprire il fondo con qualche cucchiaio di salsa, delle foglie di basilico fresco e disporre uno strato di melanzane, poi di pesce spada, salsa, formaggio filante e una spolverata di parmigiano, foglie di basilico e salsa; ripetere per altri due strati l'operazione o finchè non terminano gli ingredienti.

Coprire con della carta alluminio e riporre in forno prescaldato a 160° per circa 20 minuti.

Servire tiepida.
 






venerdì 27 giugno 2014

COPPA (forse) MAKALOFF, per un compleanno da campioni!

Occasione ghiotta è stata il compleanno del fratellone pallavolista di Vale, ovvero il nostro amico FIGO Pietro, simpaticone e dalle spalle larghe , con il quale ci divertiamo a prenderci gioco della nostra Vale!!
Per il suo compleanno non sarebbe bastato un semplice semifreddo o una semplice crostatina... ma per riempire 2 m di altezza ci sarebbe voluto un signor Dolce...supermegacalorico, ricco di crema, panna e frutta, ed ecco servita la Coppa MAkaloff!!
Non abbiamo idea da dove sia sbucata fuori questa ricetta, è un qualcosa che viene tramandato di amico in amico, di madre in figlia. Ed è per questo motivo che non sappiamo se il nome esatto della ricetta sia proprio questo "Makaloff".
È un dolce al cucchiaio un po' impegnativo da preparare ma squisito e fresco!



Con questa ricetta partecipiamo al consueto appuntamento del 100% GLUTEN FREE (fri)DAY. Collegatevi al sito Gluten Free Travel and Living e inserite la vostra ricetta nel form (QUI) e inserite sul vostro blog il logo:



INGREDIENTI:

Per il Pan di Spagna
6 uova
200 g farina Bi-Aglut 500 g
50 g maizena
250 g zucchero
1 vasetto di yogurt bianco
1 bustina di lievito per dolci gf

Per la crema
4 tuorli,
14 cucchiai di zucchero
10 cucchiai di farina di riso Molino Rossetto
1 litro latte
 Buccia di un limone bio

Per la frutta
Tagliare la frutta mista (ananas e  pesche sciroppate, pere, banane, kiwi).
Condire la frutta con 1cucchiaio di  zucchero e succo di 1/2 limone.

Per assemblare e decorare
500 ml panna fresca
2 cucchiai di zucchero
sughetto deposto dalla frutta mischiato a 3 dita  d'acqua con 4 gocce di essenza al rum (per la bagna).


PROCEDIMENTO


Iniziare con la preparazione del panettone.
In una ciotola sbattere i tuorli con metà zucchero finchè non diventerà una cremina gialla.
Montare gli albumi ben fermi con lo zucchero rimasto. Aggiungere lo yogurt ai tuorli e poi poco per volta la farina con la maizena. Mescolare tutto per bene. Unire gli albumi avendo cura di mescolare dall'alto verso il basso. Infine aggiungere il lievito. mettere in forno ventilato a 160° per 40 minuti.
Controllare la cottura con lo stuzzica denti. Lasciare raffreddare e poi tagliare il panettone in due dischi.
Per la preparazione della crema pasticcera cliccate QUI
Assemblaggio della coppa:
In una grande ciotola liscia (potete optare anche per dei bicchierini) ricoprire il fondo con il pan di Spagna e inzupparlo leggermente con un pennello con la bagna al rum. Poi distribuire qualche cucchiaio di frutta, proseguire con la crema e poi la panna montata con lo zucchero. Ripetere nuovamente il procedimento con panettone, bagnarlo, frutta, crema e panna. Infine decorare l'ultimo strato con le mandorle caramellato. Riporre in frigo per 4/5 ore per far rispettare il tutto.

lunedì 23 giugno 2014

Pasta con crema di Zucchine e Mentuccia (100% Bio)

L'estate è nostra stagione preferita per la ricchezza di ortaggi che madre natura ci offre, poichè adoriamo cucinare e mangiare melanzane, zucchine, peperoni, fagiolini, piselli, ecc...
Inoltre siamo anche super fortunate perchè siamo provviste di genitori e nonni che si dilettano a fare i contadini e a propinarci le loro creazioni.
Questo pesto è il risultato delle loro produzioni.
Noi siccome siamo poco light abbiamo aggiunto alla crema di zucchine della pancetta affumicata.
Questo pesto può essere anche facilmente abbinato come contorno a del pesce, perchè molto delicato e fresco.



INGREDIENTI:

400 g di rigati gf "Fabbrica della Pasta"
3 zucchine genovesi medie
100 gr di pancetta affumicata Conad
2 cucchiai di formaggio morbido tipo philadelphia
1 spicchio di aglio rosso
1/2 bicchiere d'acqua
5 cucchiai d'olio evo
6 foglie di mentuccia
sale e pepe q.b.
30 g di Parmigiano
1 tazzina di acqua di cottura della pasta

PROCEDIMENTO

Lavare e tagliare a tocchetti non troppo spessi le zucchine (eliminate un po' di semi).
In una padella versare le zucchine a tocchetti con l'acqua, il sale e l'aglio. Tutto a fuoco basso per circa 10 minuti.
Trascorso questo tempo, aumentare la fiamma e far asciugare l'acqua. aggiungere l'olio, il pepe e la pancetta. Far dorare tutto per bene. Dividere la pancetta dalle zucchine.
Frullare le zucchine con il formaggio morbido e la mentuccia  fino a ridurle in crema. Mettere da parte.
Cuocere la pasta e quando sarà cotta condire con la crema di zucchine, la pancetta e una tazzina di acqua di cottura della pasta. aggiustare di sale, pepe e parmigiano.

Nella vostra ricetta se volete potete omettere il formaggio morbido e la pancetta.





venerdì 13 giugno 2014

100% Gluten Free (fri)Day: Semifreddo al Limone Extra-Bio

Ormai fa troppo caldo per poter accendere il forno e l'estate richiede dei dolci freschi e veloci.
Questo semifreddo è il dessert ideale per una cena a base di pesce che mette daccordo tutti i gusti. Ha una consistenza davvero straordinaria: è morbido e cremoso, e nonostante si metta in freezer non si congela eccessivamente.
L'abbiamo definito Extra-Bio perchè i limoni che abbiamo utilizzato sono stati raccolti direttamente in giardino e non sono assolutamente trattati.

Approfittiamo della pubblicazione di questa ricetta per partecipare al consueto appuntamento del "100% GLUTEN FREE (fri)DAY"



Se volete partecipare anche voi inviate la vostra ricetta seguendo il form che troverete QUI.

Adesso vi lasciamo la ricetta!


INGREDIENTI:

500 ml di panna vegetale Granarolo già zuccherata
350 gr di zucchero
5 albumi
1 bicchiere di succo di limoni Bio
buccia di limone grattugiata q.b.

PROCEDIMENTO

Montare gli albumi con metà dello zucchero per circa 15 minuti.
Con il restante zucchero montare la panna.
Aggiungere agli albumi il succo di limone e la scorza e mescolare delicatamente. Infine aggiungere la panna e mescolare il tutto. Versare il composto in degli stampini d'alluminio per noi bagnati solo con dell'acqua. (potete utilizzare tutti i tipi di stampi che desiderate)
Poco prima di servire, sformare il semifreddo e decorare come preferite.




mercoledì 11 giugno 2014

Cipolle Bianche Estive!

Non sappiamo di preciso dove Vale abbia preso questa ricetta, sta di fatto che è un'ottimo modo per mangiare le cipolle e un delizioso contorno o piatto unico da servire. Semplice, leggero, genuino e veloce.
Anche se sembra strano mangiare cipolle con l'estate alle porte, vi garantiamo che le cipolle bianche sono di stagione. Le loro caratteristiche: sono bianche, basse e quasi piatte, dolci e non troppo forti rispetto allo scalogno e alle cipolle rosse, inoltre contengono molta acqua e un basso valore energetico, ricche di antiossidanti, vitamina C, calcio e sodio.



INGREDIENTI

6 cipolle bianche
200 gr di pomodori rossi
prezzemolo q.b.
2 spicchi d'aglio rosso
sale e pepe q.b.
3 cucchiai di Pecorino romano
acqua
3 cucchiai di olio evo

PROCEDIMENTO

Privare le cipolle delle sue radici e delle foglie esterne secche.
In una casseruola bassa o in una piccola teglia da forno versare l'olio, gli spicchi d'aglio a fettine, i pomodori a pezzetti, il prezzemolo, un po' di sale e pepe. Disporre le cipolle sul fondo della teglia, spolverizzare con il pecorino e aggiungere dell'acqua fino a raggiungere metà delle cipolle. Ricoprire la teglia con carta alluminio. Mettere sul fuoco per circa 15/20 minuti e poi passare nel forno per altro 20 minuti. Gli ultimi 10 minuti scoprire e far gratinare.
Ottime servite tiepide.


venerdì 23 maggio 2014

100% Gluten Free (Fri)Day: Bavarese alle Fragole

Buon venerdì e buon GFFD!

Oggi vi delizieremo con questa bavarese alle fragole, è stata la nostra prima volta e il risultato ci soddisfa molto. La ricetta è stata presa da uno sconosciuto libro di cucina italiana e riadattata senza glutine.

Vi ricordiamo il nostro consueto appuntamento con il GFFD

Per la guarnizione noi abbiamo preferito spolverizzare la bavarese con del cacao amaro perchè adoriamo i contrasti e non gradiamo molto le cose troppo dolci, ma se volete potete guarnire con panna e fragole.



INGREDIENTI:

250 gr di fragole
2 tuorli
150 gr di zucchero
250 ml di latte
25 gr di amido di riso
200 ml di panna fresca
succo di 1 limone
vino bianco q.b.
6 fogli di colla di pesce
scorza limone grattugiata q.b.

PROCEDIMENTO

Pulire e lavare le fragole. poi sciacquare con del vino bianco e lasciare gocciolare. Poi passare al setaccio le fragole o frullarle.
Mettere a bagno in acqua fredda i fogli di colla di pesce. 
Sbattere i tuorli con lo zucchero e con un cucchiaio di succo di limone. Stemperare la farina nel latte e quando sarà ben sciolta aggiungerla alle uova sbattute. Mettere sul fuoco e portare ad ebollizione mescolando sempre con un cucchiaio di legno.
Strizzare i fogli di colla di pesce e versarli nella crema ancora calda. Lasciare sciogliere. Grattugiare un po' di scorza di limone e versare nella crema insieme alla purea di fragole.
Montare la panna e unirla, mescolando delicatamente, alla crema quasi fredda.
Trasferire tutto in uno stampo a vostra scelta, bagnato con acqua.
Mettere in frigo per 5 ore.

venerdì 16 maggio 2014

100% Gluten Free (fri)Day - Food Revolution Day: Bruschette all'uovo con fragole e miele di Jamie per una colazione double G (Golosa e Genuina)

Ormai conoscerete tutti l'iniziativa dello chef britannico tanto amato in Italia: FOOD REVOLUTION DAY di Jamie OLiver. Scopo del progetto è diffondere la cultura del cibo sano e della corretta alimentazione.

Ciò che mettiamo in tavola è importante per la salute di tutta la famiglia, in particolare per quella dei bambini, le prime vittime dell'obesità.

Noi abbiamo scelto una ricetta di stagione, gustosa, ma al tempo stesso BUONA, per come l'iniziativa vuole intendere il concetto di buono.

Ecco il link della ricetta originale: "Charred Eggy Bread with strawberries and honey" .

Un'idea divertente per buffet tra amici o per la merenda.Ovviamente ricordatevi di omettere il limoncello con i bimbi e sostituite con qualche goccia di limone.
Oggi è anche venerdì e partecipiamo a l 100% Gluten Free (fri)Day. Potete inviare anche voi la vostra ricetta seguendo questo link.










INGREDIENTI:

4 fette di pane a fette senza glutine
150 g di fragole bio
1 uovo
50 ml di latte fresco
3 cucchiai di zucchero di canna macinato fino
80 g di ricotta di pecora fresca
1 cucchiaio di limoncello (se ci sono i bambini non utilizzatelo!)
zeste di limone
miele di zagara q.b.

PROCEDIMENTO

In una terrina sbattere l'uovo con una forchetta ed unire il latte e il limoncello.
Cospargere le fette di pane con 2 cucchiai di zucchero da entrambi i lati.
Bagnare per bene le fette di pane nell'uovo e latte. Far gocciolare l'uovo e il latte in eccesso e grigliare in un padellino a fuoco lento, finché non diventeranno croccanti.
Appena pronto il pane, metterlo da parte e versare nella padella le fragole tagliate a spicchi con il restante zucchero e lasciare caramellare lo zucchero con le fragole. Non fare ammorbidire troppo le fragole.
Assemblare il piatto:
- disporre sulla fetta di pane un cucchiaino di ricotta;
- poi le fragole caramellate;
- cospargere il pane grigliato con miele e zeste di limone.

Mangiare con le mani!

lunedì 12 maggio 2014

Le Polpette della domenica

Non si capisce il perché, ma nella maggior parte delle famiglie italiane la domenica significa: POLPETTE col sugo! Pur non disdegnando mai nulla, a noi le solite polpette di carne trita non bastano, e quindi, oltre a proporvi la ricetta di quelle "classiche", ecco a voi la nostra versione delle polpette della domenica!



INGREDIENTI:

Per le polpette al finocchietto:

finocchietto
pinoli e uvetta q.b.
1 tuorlo
30 g di parmigiano 
30 g di pangrattato senza glutine
sale e pepe q.b.
prezzemolo q.b.

Per le polpette di carne trita:

250 g di carne di vitello macinata
25 g di parmigiano
25 g pangrattato senza glutine
1 uovo
uvetta e pinoli q.b.
sale e pepe q.b.
prezzemolo trito

Olio evo per friggere entrambe le tipologie di polpette


PROCEDIMENTO

In una casseruola versare l'olio e il cipollotto, lasciare rosolare mezzo minuto e aggiungere la passata di pomodori. Aggiustare di sale e lasciare cuocere a fuoco lento per circa 40 minuti. 
Sbollentare il finocchietto in acqua salata, scolare per bene e tagliarlo a pezzetti. Versare il finocchietto in una ciotola e aggiungere i pinoli, l'uvetta, il sale, il pepe, il parmigiano, il pangrattato, il prezzemolo trito e il tuorlo.
Amalgamare e impastare il tutto. Creare delle polpettine o delle quenelle. Friggere appena le polpette e terminare la cottura versandole nel sugo. 

In un'altra ciotola versare la carne trita, i pinoli, l'uvetta, il sale, il pepe, il prezzemolo trito, il parmigiano, il pangrattato e l'uovo. Amalgamare e impastare tutti gli ingredienti creando un composto morbido ma sostenuto e compatto. Formare le polpette, friggerle e immergerle nel sugo.

Lasciate cuocere per circa 20 minuti a fuoco lento. Evitare di mescolare continuamente altrimenti le polpette potrebbero rompersi.

Potete utilizzare il sugo per condire della pasta fresca, accompagnando il piatto con due polpettine. 






venerdì 9 maggio 2014

Crostata con crema e frutta con farina di riso del Molino Rossetto per il 100% Gluten Free (fri)Day e una nuova proposta!!

Per ogni incontro un dolce!
Non sempre riusciamo a beccarci tutte insieme ma quando possiamo è un incontro davvero speciale: anche se dura mezza giornata o il tempo di una cena, sembra che il tempo non sia trascorso, sembra di vivere sempre nella stessa casa...forse perchè la casa siamo noi! E' bello ritrovarsi, "amiche", riuscire a parlare delle propria vita e dei cambiamenti avvenuti.

Questa è una semplice crostata, come molte altre che se ne trovano sul web, ma è una delle NOSTRE crostate...in previsione di una giornata da trascorrere con la nostra Vale abbiamo acquistato e provato a preparare la frolla con questa nuova farina di riso "Molino Rossetto" .
Questa farina è piacevole da lavorare, non impalpabile come molte altre.
La ricetta della base l'abbiamo presa da questo blog, la ricetta della crema, come al solito, da Dissapore.
Se volete coprire con la gelatina fatta in casa, potete utilizzare questa ricetta validissima.
Ovviamente, sia per la crema, sia per la gelatina, abbiamo utilizzato amidi e farine prive di glutine.

Ma prima di presentare il nostro dolce vogliamo fare un annuncio importante:

Oggi é il 100% Gluten Free Friday, ormai lo sapete tutti. Ma noi abbiamo un altro annuncio importante da farvi per un evento a cui vorremmo coinvolgere tante persone, soprattutto chi generosamente ha partecipato sempre con entusiasmo al 100% Gluten Free Friday.
Quale é l'evento?
E' l'ormai famoso Food Revolution Day #FRD2014 organizzato da Jamie Oliver!


Si vi chiediamo di partecipare con noi a questo evento internazionale per sensibilizzare tutti verso un'alimentazione sana e, aggiungiamo noi, sicura.
E sicura in questo caso é senza glutine.
Quello che vi proponiamo é di trovarci la settimana prossima con due obiettivi il 100% Gluten Free Friday #GFFD e il Food Revolution Day #FRD2014.
Noi provvederemo a raccogliere tutte le ricette a mandarle con i vostri link o le vostre foto o i vostri testi a Jamie Oliver e avremo una bella raccolta di ricette italia, senza glutine e sane.
Per semplificarvi la vita vi suggeriamo, anzi lo suggerisce Jamie Oliver, di scegliere tra le ricette presenti nel sito Food Revolution Day http://www.foodrevolutionday.com/recipes/ e replicarle in versione gluten free.
Per qualsiasi altro chiarimento leggete il post di Stefania Oliveri in Gluten Free Travel and Living..
e vi aspettiamo in tantissimi!!


Ma ecco la nostra crostata!



INGREDIENTI:

250 gr farina di riso Molino Rossetto
2 uova
100 g burro 
100 g zucchero
un pizzico di sale 
1/2 bustina lievito per dolci
fragoline o frutta mista (es.fragole, pesche sciroppate)

Per la crema pasticcera:

500 ml latte
scorza di un limone
4 tuorli
40 gr farina di riso
150 gr zucchero

Per la cottura della base
Fagioli o ceci secchi
carta forno

PROCEDIMENTO

Versare su un piano da lavoro la farina, il lievito, il sale e lo zucchero, amalgamare e creare una fontana al centro. 
Aggiungere il burro in pezzi, le uova e impastare fino ad ottenere una pasta consistente. 
Fare una palla, avvolgere nella pellicola e lasciare riposare in frigo per circa 30 minuti.
Nel frattempo accendere il forno a 180°.

Preparare la crema. In un pentolino far bollire leggermente il latte con la scorza di limone e poi spegnere e lasciare in infusione per circa 20 minuti.

In una ciotola sbattere le uova con lo zucchero e la farina. Aggiungere una goccia di latte per renderlo più omogeneo.
Eliminare le scorze dal latte, aggiungere il composto di uova e rimettere sul fuoco continuando a mescolare con una frusta finché non diventerà densa e consistente.

Imburrare e infarinare una teglia per crostata. Stendere la frolla e creare la base.
coprire con un foglio di carta forno e cospargere sopra fagioli secchi. Ciò servirà per non far gonfiare la base durante la cottura.
Infornare per circa 20 minuti a 180°. Eliminare la carta forno e i fagioli secchi e lasciar cuocere ancora 5 minuti. Controllate che non si cuocia troppo, deve essere dorata.

Sfornare e lasciar raffreddare. Appena è abbastanza fredda versare sopra la crema e decorare con la frutta. Se gradite terminate la guarnizione con la gelatina.






lunedì 5 maggio 2014

Crocchette di Ceci con cuore al Formaggio

Questa idea dei ceci ci ronzava nella testa già da parecchio tempo, da quando abbiamo tentato la preparazione dei falafel e non ci siamo riuscite...
Adesso con un barattolo di ceci lessi e della menta fresca abbiamo avuto questa idea, semplice e veloce.
Noi abbiamo utilizzato dello zenzero in polvere e abbiamo abbondato perchè non si sentiva molto; inoltre abbiamo trovato l'accostamento della menta squisito perchè smorza un bel po' il gusto dolce dei ceci.
Consigliamo vivamente di accompagnare queste crocchette con una salsa yogurt, meglio ancora tzatziki.  



INGREDIENTI:

300 g di ceci lessi
80 g di formaggio primo sale3 cucchiai di farina senza glutine3 cucchiai d’olioPangrattato senza glutine q.b.1 uovoMenta q.b.Zenzero q.b.Sale e pepe q.b.

PROCEDIMENTO

Ridurre in purea (servendovi di un trita tutto) i ceci con la menta, lo zenzero, l’olio, sale e pepe. Amalgamare alla purea di ceci la farina. 
Tagliare a dadini il formaggio. Prendere un cucchiaio di purea di ceci e distribuirla appiattendola sul palmo della mano. Posizionate al centro qualche dadino di formaggio e richiudere formando delle palline, evitando il formarsi di fori.Passate le palline di ceci nell'uovo sbattuto con un pizzico di sale, poi nel pangrattato, di nuovo nell'uovo e nel pangrattato.Scaldare in un pentolino dell’olio per friggere e versare le palline di ceci. Fare dorare da tutti i lati e servire ben calde.Ottime accompagnate con una fresca salsa yogurt.

lunedì 28 aprile 2014

Finocchi cotti?? Si, ma panati e fritti!

La primavera sembra farsi desiderare e noi ancora godiamo di alcuni buoni ortaggi invernali. I finocchi solitamente li preferiamo crudi, tuttavia ci siamo volute mettere alla prova e li abbiamo cotti...anzi fritti!!
Inoltre, da quando abbiamo provato questa farina di mais finissima della NUTRI FREE la nostra Vale sta apprezzando moltissimo; è una farina ideale per le panature e le rende molto croccanti!





INGREDIENTI:

4 finocchi
200 gr di farina di mais finissima
2 uova intere sbattute
olio per friggere
sale

PROCEDIMENTO

Lavare e tagliare a spicchi i finocchi. Lessarli in acqua salata per circa 15 minuti. Sgocciolare per bene i finocchi. Sbattere le uova con un pizzico di sale. Nel frattempo mettere a scaldare abbondante olio per friggere in una padella (a coprire circa 2 dita). 
Passare i finocchi prima nell'uovo, poi nella farina di mais e infine gettare nell'olio caldo (accertarsi che l'olio sia caldo provando a buttare qualche granello di farina, se sale a galla velocemente l'olio è caldo!).

Servire ancora caldi con del sale qb.

martedì 15 aprile 2014

Primo sale al Pistacchio con panatura di Mandorle e menta e glassa all'Aceto balsamico

Ci hanno regalato questo squisito formaggio primo sale al pistacchio e ci siamo inventate questa ricettina come antipasto sfizioso.
Per la glassa all'aceto balsamico abbiamo optato per l'homemade: in un padellino abbiamo versato 50 ml di aceto balsamico e 5 cucchiaini di zucchero semolato; accendete il fuoco e lasciate sciogliere lo zucchero.


Con questa ricetta partecipiamo al contest "Per un pugno di mandorle" della nostra amica Stefania di "Cardamomo&co". 



INGREDIENTI

200 gr di Primo sale al pistacchio garantito gf
100 gr di Farina di mandorle tostate
4 cucchiai di miele
un rametto di mentuccia fresca
glassa all'aceto balsamico (non troppo dolce)
sale qb

PROCEDIMENTO

Tagliare il formaggio a fettine spesse circa un cm .
Versare la farina di mandorle in un vassoio e condire con un pizzico di sale e la mentuccia trita.
In un piattino versare il miele e passarlo per pochi secondi al microonde.
Intingere le fette di formaggio nel miele e poi nella panatura alle mandorle.
Scaldare una padella antiaderente e adagiare le fette di formaggio. Lasciare cuocere per max 3 minuti. Evitare di far sciogliere il formaggio.



venerdì 11 aprile 2014

Cuori di carciofo ripieni al forno: 100% Gluten Free Fri(DAY)

Lo scorso finesettimana una delle nostre Spuntine, Rossella, è stata ospite di Valentina, a Trapani, in occasione di un "meeting" fra alcuni membri della Redazione di  Gluten Free Travel & Living. Sono stati due giorni intensi e frenetici, ma tra un impegno e l'altro abbiamo persino trovato il tempo di una passeggiata al mare, che in questa stagione sembra talmente disteso, silenzioso e sconfinato da farti sentire riappacificato con il mondo intero. 
Uno dei piatti più sfiziosi e versatili che ci siamo concesse in quei giorni è proprio quello che vi proponiamo oggi: la primavera, si sa,è la stagione dei carciofi, protagonisti indiscussi (almeno qui in Sicilia) della tradizionale "gita fuori porta" del Lunedì di Pasqua!








INGREDIENTI:

25 carciofi
200 gr di pomodorini maturi o pelati
200 gr di  mollica senza glutine ("Sicilia in tavola")
80 gr di grana padano grattugiato
2 uova
50 ml di latte
50 gr di provola dolce
sale e pepe qb
prezzemolo qb
mezzo limone
mezzo spicchio d'aglio
acqua

PREPARAZIONE

Privare i carciofi delle foglie lasciando solo le più tenere. Tagliare le punte delle foglie fino a lasciarne circa 1 cm e il fondo del carciofo. Mettere i cuori di carciofo interi in acqua fredda con il limone spremuto. 
In una pirofila da forno (una pirofila che riesca a contenere i cuori di carciofo in modo da farli stare uno accanto all'altro) versare 1 bicchiere e 1/2 di acqua, i pomodorini tagliati a pezzetti, mezzo spicchio d'aglio, prezzemolo, sale, olio e pepe. 
Lavare, sgocciolare i carciofi e disporli nella pirofila.
In una ciotola sbattere le uova con un po' di sale, pepe, il latte, la provola dolce, il grana grattugiato e la mollica sg. Il composto non deve risultare troppo molle.
Versare il composto sopra i cuori di carciofo. Coprire con carta alluminio e riporre in forno a 200° per circa 40 minuti. A 2/3 della cottura scoprire i carciofi (verificare con una forchetta se sono facilmente infilzabili). Scoprire e lasciare gratinare per 5 minuti. 

venerdì 28 marzo 2014

Patate all'anice e Crema di formaggio al Curry: 100% Gluten free (Fri)day

Oggi vi deliziamo con un contorno sfizioso e dal sapore deciso. Le patate sono fra gli ingredienti più genuini e versatili e in casa nostra non mancano proprio mai. Si possono abbinare praticamente con tutto, costano poco, e se utilizzate in maniera creativa possono dare vita a piatti dal gusto corposo e dall'aspetto invitante. Per la riuscita perfetta di questo contorno è importante cuocere le patate senza olio e aggiungerlo solo a cottura inoltrata, come spiegato più sotto, perché in questo modo risulteranno sode all'esterno e morbide dentro.

Oggi è venerdì, e come ogni venerdì partecipiamo al 100% Gluten Free (Fri)day.






INGREDIENTI:
700 gr di patate
250 gr di formaggio cremoso tipo philadelphia
2 scalogni
curry
semi di anice
sale
olio
aceto balsamico

PROCEDIMENTO

Pelare le patate, tagliarle a pezzettoni e disporle in una teglia antiaderente con solo un po' di sale e semi di anice q.b. Mettere in forno per 30 minuti a 200°. Quando si potranno facilmente infilzare con la forchetta, cospargerle con dell'olio e mettere nuovamente in forno finché non saranno abbastanza dorate.

Nel frattempo ammorbidire il formaggio con un cucchiaio d'olio evo e aggiungere il curry (a vostro gusto).
In una padella versare 2 cucchiai d'olio, lo scalogno tagliato e 2 cucchiai d'acqua. Mettere sul fuoco con coperchio e lasciare cuocere per 10 minuti. Scoprire e lasciare asciugare l'acqua. Fare rosolare lo scalogno e sfumare con 2 cucchiai di aceto balsamico.

Composizione del piatto: disporre lo scalogno sul fondo del piatto, poi le patate e accanto la crema di formaggio al curry (noi ci siamo servite di una sacca a poche). Abbiamo accompagnato il piatto con del finocchio crudo condito con sale pepe e olio.