Etichette

mercoledì 28 agosto 2013

Le polpette della Nonna

Ci sono odori e sapori che appartengono alla nostra infanzia e che cerchiamo di riafferrare per tutta la vita.
Li cerchiamo in un viaggio, in un piatto, dentro un bar o in una casa. A volte si riesce, anche solo per un secondo a riappropriarsi di quel piccolo piacere, altre volte, invece, il desiderio rimane non avverato.
A questi ricordi sono legati, molto spesso, i nonni: figure che appartengono alla nostra infanzia e alla nostra crescita, a cui tutti siamo legati e da cui purtoppo dobbiamo imparare a fare a meno in età adulta (per fortuna non sempre!).
Con questa ricetta però non vogliamo mettervi tristezza..anzi! Vogliamo per un secondo portare in tavola uno di quei momenti felici in cui si gioiva a tavola con i nonni, si sprofondava nell'odore buono di una cucina considerata quasi come un rifugio.
A tal proposito c'è un libro molto bello che narra del desiderio di poter gustare per l'ultima volta un sapore amato. Il libro si intitola "Estasi culinarie" ed è dell'autrice del più famoso testo "L'eleganza del riccio": Muriel Barbery

Vi auguriamo di poter gustare, tutte le volte che volete, queste fantastiche polpette: semplici, gustose e soprattutto profumatissime!




INGREDIENTI:

500 gr di carne di vitello tritata;
1/2 bicchiere di pangrattato senza glutine;
1 uovo;
1/2 bicchiere di Parmigiano;
1 spicchio di aglio;
1/2 cipolla rossa;
prezzemolo;
latte qb per ammorbidire l'impasto;
1 barattolo di pomodori pelati;
1 rametto di rosmarino;
olio EVO;
pepe;
sale.
PROCEDIMENTO

Mettere la carne in un ciotola. Aggiungere il sale, il pepe, il parmigiano, lo spicchio d'aglio a pezzetti molto piccoli e sottili, il prezzemolo tritato, il pangrattato, l'uovo e impastare il tutto con le mani finchè tutti gli ingredienti non si saranno amalgamati bene. Se l'impasto dovesse risultare troppo duro aggiungere un pò di latte.
Nel frattempo in una padella ampia e dai bordi alti, versare abbondante olio (2 cm circa) e fare scaldare. Formare delle polpette leggermente schiacciate con il composto di carne tritata e immergerle nell'olio bollente. Fare cuocere le polpette solo mezzo minuto per lato, in modo da lasciarle a mezza cottura.
In un'altra padella, sempre con i bordi alti, versare un pò d'olio,  la cipolla tagliata a fette sottili e fare rosolare appena. Versare il pomodoro pelato e il rametto di rosmarino sminuzzato. Coprire e lasciare cuocere per 15 minuti circa, finchè il pomodoro non sarà ben cotto.
Poi aggiungere dell'acqua bollente (circa 2 cm), portare ad ebollizione e versare le polpette. Correggeredi sale e pepe. 

Nessun commento: