Etichette

sabato 5 novembre 2011

PRAGA (per celiaci e non :)

Questo è un racconto di viaggio di un tour di sette giorni tra Praga, Vienna e Bratislava. Le protagoniste del viaggio sono Federica e Valentina (la celiaca di casa) accompagnate da due baldi giovani!
Il tour inizia da Praga.

La tappa dell'anno scorso era stata Berlino: meravigliosa capitale tedesca. Ci aveva colpito non solo per la sua bellezza, per i suoi spazi immensi, per il mix di culture e stili della città ma anche, soprattutto, per il freddo. In quei giorni di fine novembre avevamo trovato la neve e taaaanto ma taaaanto freddo...fino -10!non so voi, ma noi il "freddo" lo percepiamo per pochissimi giorni all'anno!

Quest'anno dovevamo scegliere una nuova capitale, cercando di usufruire, possibilmente, dei voli Ryanair, che partono da Trapani. Scartando le capitali già viste e quelle difficili da raggiungere. Abbiamo scelto il volo Trapani-Bratislava. Ma che fare tutti quei giorni nella capitale slovacca?Seguendo il suggerimento di Maria Grazia abbiamo optato per un tour che toccasse per tre notti Praga e altrettante notti Vienna, per poi ritornare un'ultima notte a Bratislava!
Le prenotazioni degli hotel sono state fatte tutte tramite booking e ci siamo trovate bene.
Gli spostamenti da Bratislava a Praga con Orange ways, compagnia comoda ma un po' ritardataria.
L'hotel, OSTRUVEK, si è rivelato subito agevole per la vicinanza alle diverse linee di tram. Certo non era al centro, ma la struttura era davvero gradevole, pulita, camera ampia e ben arredata. La colazione...una goduria!Oltre alle improponibili americanate, c'era frutta, torte appena sfornate, diversi tipi di yogurt, creme, marmellate e pane di tutti i tipi....e perfino delle fette di mais!

E diamo inizio al racconto di viaggio...
Arrivati a Praga, dopo esserci sistemati in hotel e aver compreso l'efficientissima rete dei trasporti ceco, decidiamo di provare, subito, il ristorante per celiaci segnalato.
Avevamo scritto all'ufficio turistico della capitale e ci aveva prontamente risposto.
U karla era il nostro pensiero fisso.
Trovato quasi subito il posto, un po' incredule, veniamo accolte con simpatia e gentilezza da due ragazzi vestiti in abiti tipici.
Subito ci confermano che è disponibile un menù senza glutine e perfino la birra.. da 500ml!!!


Scegliere tra i tanti piatti, e soprattutto in una lingua sconosciuta è stato difficile. Anche scegliere in inglese è stato difficile perchè c' erano alcuni nomi di tagli di carne. Dopo lunghe consultazioni Valentina ha scelto!

Il gulasch arriva fumante e con tanto di bandierina gluten free!
Ad accompagnare lo spezzatino, oltre alla cipolla, la salsiccia  e i peperoni pressochè decorativi, dei giganti gnocchi di patate che loro utilizzano come contorno. I cechi hanno l'abitudine di accompagnare i piatti, oltre che con gli gnocchi di patate, anche con una sorta di canederli (knedliky).
Anche gli altri hanno gradito, soprattutto i ragazzi che si sono trovati davanti uno stinco di maiale di questa portata!

Soddisfatti da questa lauta cena paghiamo un conto davvero ridicolo considerate le 6 birre (compresa quella senza glutine), i piatti e il pane (che vedremo non è poi così "scontato"): 11 € a testa!
Con la pancia piena, finalmente possiamo passeggiare per Praga e sempre spostandoci in tram arriviamo davanti il meraviglioso Karluv most (Ponte Carlo).
Lo scenario è davvero magnifico, romantico, quasi surreale..sembrava di essere tornati indietro nel tempo!
Ci perdiamo nei vicoli di Stare mesto. Il centro storico della città offre ai turisti mille opportunità: godere della bellezza dei palazzi, dei vicoli e della meravigliosa piazza...oppure perdersi in uno dei numerosi locali notturni.
Dopo aver assaggiato il famosissimo e fortissimo assenzio ci rendiamo conto che è arrivato il momento di concludere la serata!

Il secondo giorno a Praga non possiamo che trascorrerlo nella zona di Hradcany ovvero quella del Castello di Praga (Prazsky hrad), imponente, visibile da tutta la città. Arrivati la sù facciamo il biglietto (scontato per studenti) che ci permette di  vedere la cattedrale di San Vito, l'antico palazzo reale (deludente se non per la vista di cui si può godere da lì), la Basilica di San Giorgio e il vicolo d'oro (antico quartiere di artigiani), in cui si possono visitare le ricostruzioni delle antiche dimore, le prigioni, la casa dell'alchimista, la casa in cui visse Franz Kafka.







Per pranzo ci facciamo bastare qualcosa di veloce da KFC. Ovviamente Valentina prenderà solo un'insalata. Per fortuna, le Ciabattine Schar le hanno permesso durante tutto il viaggio di accompagnare tutte le insalate e di avere un boccone sempre a disposizione!
Altro insuperabile compagno di viaggio è stato il pacco di taralli della Nutrifree, che piacciono a tutti...!
La giornata prosegue per le strade del centro, l'immancabile piazza Staromestske namesti, la piazza più spettacolare di Praga con il suo orologio astronomico.


Nei dintorni si trova anche l'ex quartiere ebraico Josevof. Adesso è una zona residenziale elegantissima, con boutiques da urlo (e ragazze belle come modelle!!!).
Godiamo di tanta bellezza passeggiando perché la meta da raggiungere è il Klementinum. Tappa deludente del nostro itinerario. Il complesso, un ex collegio dei gesuiti, ospita oggi la Biblioteca Nazionale, la torre dell'osservatorio, la biblioteca barocca e la cappella degli specchi. Quest'ultima è l'unica cosa che abbiamo potuto vedere perché l'intero complesso era in restauro. Cappella molto bella, piccola, con due organi..ma niente da far girare la testa!


                                                                                                                                      
Prima di concludere la giornata decidiamo di fare un giro nei pressi di Piazza Venceslao (Vaclavske namesti). In realtà, a catturare la nostra attenzione, o meglio, quella di Vale, sono state delle salsicce alla brace in vendita per strada. In inglese abbiamo cercato di spiegare se potevano essere messi nelle "ciabattine" di Vale, loro capendo la situazione e consultandosi hanno prontamente riempito una vaschetta di cartone, rifiutandosi di riempire il panino. Così, sul marciapiede, abbiamo dovuto imbottire il pane della signorina che, finalmente contenta, addentava con gusto!
                                                                                                          
                                                                                        
Conclusa la ricca giornata, il nostro pensiero è andato di nuovo a U Karla, dove abbiamo deciso di cenare per la seconda sera!                            
Nemmeno la seconda sera siamo rimasti delusi!
Apriamo le danze con un brodino di carne con noodles. I cechi hanno l'abitudine di aprire i pasti con una zuppa (polevka).
Niente di più di brodo di carne, ma comunque molto molto saporito.
La cena continua con un arrosto di maiale accompagnato dagli immancabili gnocchi di patate su un letto di crauti rossi e bianchi. I crauti erano molto saporiti, forse con un po' troppo aceto, ma comunque deliziosi!
La birra non poteva che accompagnare la cena!
Anche questa sera ai ragazzi è arrivata una porzione mastodontica....

Ultimo giorno dedicato alla visita delle cose da vedere "necessariamente".
La giornata ci dà il buon giorno con una simpatica pioggerellina che non ci lascerà fino alla sera.
Sempre in tram arriviamo al monastero di Strahov. L'attrattiva del complesso sono comunque le due meravigliose biblioteche (che non abbiamo potuto fotografare) e la collezione di fossili e animali imbalsamati. 
(ndr: sulla guida era segnalata la presenza di un pene di balena ma noi, nonostante la presunta dimensione, non siamo riusciti ad individuarlo!). La vista dal monastero è comunque meravigliosa, si può vedere la collina di Petrin in cui si erge una sorta di torre Eiffel!


Conclusa la visita ci dirigiamo nella zona più nuova e commerciale di Praga, Stare Mesto.
In realtà, il nostro obiettivo è il mercato di Havelska, l'unico mercato all'aperto. Certo, la giornata non è delle migliori, ma possiamo comunque fare un giro veloce tra le bancarelle ed entrare nei numerosissimi negozi di souvenirs.                

..e anche a Praga "visitiamo" la Benetton. Dunque, questa cosa qui va chiarita! Abbiamo un' usanza radicata nei nostri viaggi: acquistare una t-shirt United Colors of Benetton con il nome della città in questione. Abbiamo preso quella di Londra, Roma, Firenze, Madrid, Milano e siamo rimaste molto dispiaciute, l'anno scorso,   nell'apprendere che Berlino non faceva parte del giro! Insomma, anche a Praga abbiamo fatto il nostro acquisto.
E' proprio alla Benetton, che un veneto che aveva lavorato a Palermo , ci consiglia di andare a mangiare in una delle tante gallerie (pasaze).
In realtà ci ha mandati in un negozio di alimentari italiani di alta qualità, fornito di piccola gastronomia e un bar. Valentina opta per la solita insalatona, Federica per una deliziosa zuppa di verdure.
E quando si dice che il mondo è piccolo...il cuoco era un giovane ragazzo palermitano che aveva lavorato a Trapani in uno dei locali che più frequentiamo!!!:)

Un altro scatto di piazza Venceslao prima dell'ultima cena....
L'ultima cena prima della partenza per Vienna c'ha creato un po' di problemi.
C'avevano segnalato un altro ristorante con menù senza glutine ma purtroppo la segnalazione si è rivelata fasulla!
Scegliamo di andare, allora, in un microbirrificio segnalato nelle nostre guide, sicure di riuscire a trovare qualcosa di non contaminato per Vale. In realtà, cercando di raccapezzarci nell'incomprensibile menù decidiamo di ordinare, chiedendo al cameriere un arrosto di maiale che è arrivato, però, accompagnato da gnocchi di pane..Con il sussidio della card per celiaci, finalmente, Valentina riesce a trovare un bel piatto anche per lei. Abbiamo tanto rimpianto il caro U Karla e con una passeggiata abbiamo salutato Praga per l'ultima sera....

La nostra tappa a Praga finisce qui. 
Prossimo episodio: Vienna!!   

p.s: Dobbiamo ringraziare tantissimo Maria Paola, una blogger, che ci ha mandato prontamente una mail ricca di suggerimenti e contatti. Non abbiamo potuto seguirli tutti..ma lei è stata gentilissimissima!
Maria Paola ha un blog, è celiaca e ha vissuto a Praga.
Questo è il suo blog: http://mariapaola.altervista.org/                                                                                                                                                                                                                                                                                                     

14 commenti:

Tinny ha detto...

Bellissimo post, foto ed informazioni! Un abbraccio.

CONTROTUTTI ha detto...

un post davvero interessante ed utile..grazie

fantasie ha detto...

Siete una fonte inesauribile di informazioni! Io quando sono andata a Praga sono stata di una tristezza unica perché non ho trovato niente che potessi mangiare! Tornerò per andare da U Karla!
P.s. Anche io a Vienna sono rimasta delusa dei locali che indicavano come gluten free! :(

giovanna ha detto...

bellissimi posti e soprattutto utili le tue descrizioni di ristoranti ecc. è tra i miei desideri recarmi lì.

Maria Paola ha detto...

Carissime,
sono felice di esservi stata utile e che vi siate trovate bene a Praga.
Complimenti anche per il vostro blog. :-)
Un abbraccio,
Maria Paola

Le avventure di Maria Paola
una celiaca allo sbaraglio

Unknown ha detto...

Grazie Valentina & Co. Anche io sono celiaca e voglio andare a Praga e seguirò i Vs. consigli per le cene sg e per i posti visitati.
P.s. Ma le ciabattine Schar le mangiavi senza cuocerle? Grazie, Mara

spuntiespuntini senza glutine ha detto...

Ciao Mara, le ciabattine schar mi sembrano molto buone anche senza cuocerle!!!

Unknown ha detto...

Ciao Vale e grazie per avermi risposto! Ho sempre inteso che con l'indicazione di passare in fornetto per qualche minuto significasse che il pane era ancora da cuocere! Grazie!!! Buona giornata!

Anonimo ha detto...

Hi, yes this artісle is genuinely fastidiouѕ
and I hаve learned lot of things frοm it about blogging.
thankѕ.

Feel free to visit my wеb blog; bge grill
Also visit my page :: the big green egg

Anonimo ha detto...

Тhank yοu for the auspіcіous writеup.
It іn fact was а amuѕеment accοunt it.

Lооk adѵanсеd to
morе addeԁ agrееablе from
you! Howеνer, hoω could ωе cοmmunicаte?


my blog: formopro management solutions
Feel free to visit my blog : online awards management

Anonimo ha detto...

Mу sρouse and I ѕtumblеԁ
oνeг hеrе by a dіffeгеnt
web aԁdress and thought I might as wеll cheсk things out.
I lіkе ωhat I ѕee ѕо now i'm following you. Look forward to looking over your web page for a second time.

Here is my weblog - how to make money flipping cars on craigslist

Anonimo ha detto...

Ρгettу element of сontent. I sіmply stumblеԁ upon your wеbsіte
аnd in acсessiοn capitаl tо asseгt that
Ӏ get іn fact enјоуeԁ account уour blog postѕ.
Anуway I will be subsсribing foг your augment and even I achіevement you gеt admissiοn tο сonsistently fast.



Fеel free tо surf tο my рage
- addison tx search engine optimization

Anonimo ha detto...

Hеy thеre! Would yοu minԁ if ӏ share your blog ωіth my twitter grοup?
Thегe's a lot of people that I think would really enjoy your content. Please let me know. Thanks

My web blog; dallas seo company

Anonimo ha detto...

Aωesome webѕite you havе hеre but I was wonderіng
if yοu knew of any сommunitу forums that cover the same
topiсs talκed аbout hеге?
I'd really like to be a part of online community where I can get responses from other experienced individuals that share the same interest. If you have any suggestions, please let me know. Appreciate it!

my webpage ... house for rent plano