Etichette

mercoledì 28 gennaio 2015

Sbriciolata di Ricotta senza glutine (2° versione)

Avendo saputo che stanno per esaurire le scorte di farina senza glutine della Bi-Aglut (il pacco da 500 g) per dolci (a quanto pare non verrà più prodotta!), pian piano stiamo cercando di sperimentare le nostre ricette base con altri tipi di farine gluten free.
Questa è stata la volta della sbriciolata.
La nostra prima versione di sbriciolata con la crema pasticcera, fatta con la Bi-Aglut da 500 g,
la trovate QUI.

Oggi vi proponiamo la versione con la ricotta di pecora fatta con il Mix C per Dolci Schar 



Gli ingredienti per la frolla sono rimasti invariati soltanto che per un quantitativo di 200 g di farina questa farina necessita comunque di 1 uovo intero, cioè la stessa quantità di uova che ci voleva per 400 g di farina Bi- Aglut.



INGREDIENTI

200 g di farina senza glutine MIX C Schar
100 g di burro morbido
100 g di zucchero
1 uovo
scorza di limone grattugiata;
1/2 bustina di lievito gluten free Pedon
1/2 bustina vanillina 

500 g di ricotta asciutta
140 g di zucchero (scegliete voi la quantità secondo i vostri gusti)
cioccolato fondente q.b.

PROCEDIMENTO:
Per prima cosa, preparare la crema di ricotta. Mettere in una ciotola la ricotta, aggiungere lo zucchero e lavorare finchè non sarà della consistenza che desiderate (più o meno grezza o cremosa). Aggiungete delle scaglie o gocce di cioccolato fondente. 
Disporre su un tavolo da lavoro la farina, la vanillina, la scorza del limone, lo zucchero e il lievito. Miscelare tutto. Creare una fontana al centro e aggiungere il burro. Lavorare con le mani a palmo aperto, formando delle palline. (Non allarmatevi!! L'impasto NON deve essere omogeneo ma deve sbriciolarsi). Sbattere l'uovo e aggiungerlo agli altri ingredienti continuando a lavorare l'impasto.
Disporre metà delle briciole sul fondo di una teglia rivestita di carta forno, in modo da non lasciare spazi. Aggiungere la ricotta e ricoprire con il restante impasto. Se gradite, potete aggiungere sulla superficie delle lamelle di mandorle. 
Infornare a 200° per circa 25 minuti.

Lasciare intiepidire e servire.

venerdì 23 gennaio 2015

GNOCCHI con crema di Biete, stracchino e speck


Oggi ricettina semplice, veloce e genuina!




INGREDIENTI:

400 g di gnocchi (per noi Giusto)
2/3 mazzetti di bietole (per noi Km0)
100 g di speck tagliato a dadini
50 g di stracchino
3 cucchiai di olio evo
1 spicchio d'aglio in camicia
una manciata di parmigiano 
sale e pepe q.b.


PROCEDIMENTO

Lavare per bene le bietole e tagliarle a pezzetti. Sbollentare appena in abbondante acqua salata. Gocciolare per bene. Conservate l'acqua delle biete per cuocere gli gnocchi.
In una padella versare l'olio e l'aglio. Scaldare appena e versare le bietole. Far cuocere per circa 10/15 minuti. Frullare le bietole con una tazzina di acqua delle biete e una parte dello stracchino.
Nella padella, dove sono state saltate le biete, far rosolare lo speck e poi aggiungere la crema di biete, lo stracchino rimasto e il parmigiano. Se troppo consistente la crema, aggiungere dell'acqua di cottura.
Cuocere gli gnocchi e condire con la crema di bieta e speck. Servire con una spolverata di parmigiano.



domenica 18 gennaio 2015

CUPCAKE CON FROSTING AL PISTACCHIO per "Un biscotto per due"

Riportiamo a galla questi deliziosi cupcakes per partecipare a questo dolcissimo contest:


Ci è piaciuta molto l'idea, condividiamo il tuo entusiasmo perchè anche noi eravamo così all'inizio e lo siamo anche ora, perchè il mondo delle foodblogger è molto importante per noi e perchè questi cupcakes sono i nostri preferiti e ci ricordano un giorno speciale!!
Il contest è del blog di BISCOTTO PER DUE

Vi è mai successo di incontrare qualcuno e avere la sensazione di averla sempre conosciuta?

A noi è successo proprio giovedì scorso quando abbiamo conosciuto Elena alias "Celiaca pasticciona" e Marilena di Sapori glutenfree
Marilena è una nostra coetanea e ci ha subito conquistate con il suo sorriso dolcissimo e con i suoi occhi pieni di passione per la cucina, Elena è una donna fantastica e dopo averla conosciuta abbiamo tutte pensato "fra qualche anno vorrei essere come lei"! Insomma, due belle persone, dentro e fuori! Mancavano altre palermitane all'appello ma ci siamo ripromesse di ritrovarci presto per un caffè, una pizza, un dolce!(se c'è da mangiare noi ci siamo sempre!)
Abbiamo poi riflettuto sul fatto che questo mondo (quello dei foodblog e delle foodblogger) è spesso fatto di apparenza, di convenevoli, di ipocrisia ("bella ricetta, vieni a commentare la mia"). Molte persone cucinano, fotografano, scrivono vivendo una competizione fortissima, stando sempre all'erta, pronte ad attaccare appena possibile. Solo chi riesce a lasciarsi andare alla conoscenza delle persone "vere" che stanno dietro uno schermo potrà però godere degli innumerevoli vantaggi e delle bellissime sorprese che la rete dona.
Questi cupcake li dedichiamo alle due nostre nuove amiche, li abbiamo mangiati noi per loro, siamo sicure che accetteranno lo stesso!;)
Per l'occasione presentiamo il nostro fotografo d'eccezione (che in realtà stiamo cercando di "assumere") Giuseppe Massaro, si occupa di siti web, grafica e di altre cose che sinceramente non abbiamo mai capito :) Cliccando sul suo nome potrete dare un'occhiata al suo sito personale e ai suoi lavori...non si sa mai, un nuovo sito web può sempre servire!



                                         

INGREDIENTI:
Per l'impasto dei muffin abbiamo utilizzato la ricetta dei muffins di Bob con cioccolato e arancia. Abbiamo utilizzato solo parte bianca e senza l'aroma dell'arancia.
190g farina senza glutine ( noi bi-aglut da 500g)
150g zucchero
1 cucchiaino e 1/2 di lievito
170g burro ammorbidito a temperatura ambiente
3 uova (tuorli e albumi separati)
cannella e zenzero in polvere

Per il frosting:
una confezione di formaggio morbido (tipo Philadelphia)
un barattolino di crema al pistacchio  (o comunque quanto gradita)

PROCEDIMENTO:
Montare a neve il bianco delle uova e porlo in frigo. Unire il lievito alla farina e aggiungere le spezie. Montare il burro con lo zucchero e poi aggiungere i tuorli, lavorando il tutto. Aggiungere la farina e per ultimo incorporare gli albumi senza lavorare troppo l'impasto.
Porre l'impasto in una teglia per muffins (riempire a 3/4) imburrata e infarinata. Infornare in forno preriscaldato a 160 ° per circa 20 minuti. Spegnere il forno e lasciar riposare altri 15 minuti circa (fare la prova dello stecchino).
Una volta sfornati, lasciarli raffreddare e appena saranno freddi aggiungere con l'ausilio di una sac à poche il frosting al pistacchio. Decorare con confetti, caramelle ecc, facendo attenzione che siano tutti senza glutine e presenti nel prontuario. (Gli smarties presenti nella foto sono solo a scopo decorativo, la celiaca di casa ha ovviamente mangiato quelli senza!)




venerdì 16 gennaio 2015

Cous Cous di Broccoli e stufato di Maiale: 100% Gluten free (fri)Day

Qui dalle nostre parti il cous cous è una pietanza che non manca mai, soprattutto durante le feste e le domeniche, sia d'estate che d'inverno. Come molti di voi sapranno il cous cous è un piatto tipico del nord dell' Africa, del Magreb (Tunisia, Marocco, Algeria) che è poi stato esportata,nel corso delle varie dominazioni sulla nostra isola. Dobbiamo dire che è un piatto che si prepara solo nella provincia, Trapani (Marsala, Mazara, Trapani), infatti proseguendo verso est non è poi così conosciuto e diffuso.

 La base per il cous cous è un timo di macina di grano grossolana chiamata: "semola". Dopo essere stata "incocciata" (così si dice da queste parti) ovvero inumidita e mescolata con un particolare movimento delle mani,  dentro la "mafaradda" (un recipiente di terracotta a pareti svasate), la semola viene cotta a vapore in una vaporiera (a "couscousera"anch'essa in terracotta)  e infine inzuppata con del brodo di carne o di pesce.

Questa in foto è la tradizionale vaporiere/couscousera in terracotta che si dovrebbe utilizzare per la cottura del cous cous. Si posiziona sopra una pentola e per evitare di far fuoriuscire il vapore dai bordi, si utilizza un impasto di acqua e farina da incollare tra la vaporiera e la pentola.
Oggi comunque, nei negozi di casalinghi è possibile acquistare i set già pronti per la cottura del cous cous: pentola e vaporiera con fondo in silicone.

Sostanzialmente la semola è come la pasta, non ha alcun sapore, ciò che le conferisce gusto è la cottura a vapore con gli aromi e il brodo finale per inzupparla.

Qui nel trapanese è molto conosciuta la versione del cous cous con il brodo di pesce (non poteva essere altrimenti) ma è anche molto diffusa questa versione che vi proponiamo noi oggi per il 100% Gluten FRee (fri)Day.

CONSIGLI: Per la preparazione del cous cous occorre molto tempo. Una delle difficoltà principali è dosare la giusta quantità di acqua dell'incocciatura del cous cous: non c'è una quantità precisa, perchè ogni semola assorbe quantità diverse di acqua.
La cottura a vapore (1 ora) deve dare come risultato una semola cotta, morbida, la cui cottura dovrà essere ultimata con l'aggiunta del brodo, il quale conferirà più gusto al cous cous.




Iniziamo dagli ingredienti.

INGREDIENTI (4 persone)

Per il cous cous
500 g di semola per cous cous Schar
1 cipollotto bianco e prezzemolo tritati
6 foglie di alloro
2 pezzetti di stecche di cannella
sale pepe
2 cucchiai d'olio
1 broccolo media grandezza
acqua q.b.

Per lo stufato di maiale

4 salsicce di suino con semi di finocchio
500 g di polpa di suino
4 pezzetti di cotenna
 1 l e 1/2 di passata di pomodoro fatta in casa
4 cucchiai d'olio evo
1 cipolla
2 foglie alloro
1/2 bicchiere di vino bianco
sale q.b.
2 bicchieri d'acqua

Acqua q.b.

Preparare lo stufato

Lavare la carne e mettere a gocciolare. In una casseruola mettere 4 cucchiai di olio evo, fare scaldare e mettere la carne. Lasciare rosolare a fuoco medio. Aggiungere una cipolla (tagliata a fette) e foglie d'alloro. Quando la carne sarà ben rosolata, sfumare col vino bianco. Far evaporare. Aggiungere la passata di pomodoro, sale, acqua e lasciare cuocere a fuoco lento per circa 1 ora e mezza.

Mente lo stufato cuoce...

Preparazione cous cous

Utilizzare 1/4 di broccolo tagliandolo a pezzetti piccoli.
Nella mafaradda o in una ciotola dai lati svasati versare la semola di cous cous. Incocciare la semola con dell'acqua (circa 80/100 ml): poco per volta versare l'acqua sulla semola e contemporaneamente con una mano leggermente concava poggiate la mano sulla semola e attuate un gesto rotatorio sulla semola, fate un giro su tutta la ciotola. Quetso movimento servirà per inumidire appena la semola ma soprattutto per "incocciare" ovvero unire i piccoli pezzetti di semola.
La semola non deve avere l'aspetto di palline troppo grandi!
Ultimata questa fase di incocciatura, distribuire il cous cous su una tovaglia di cotone e aggiungere le cime di broccolo tagliate a pezzetti, il trito di prezzemolo e cipolla, sale, pepe, olio e mescolare.

Preparare la vaporiera con un fondo di 4 foglie di alloro, poi versare il cous cous, infine e mettere in mezzo al cous cous le stecchette di cannella e due foglie di alloro. NON COPRIRE il cous cous.

Nella pentola sotto la vaporiera mettere solo dell'acqua con due pezzetti di broccolo. Sistemare sopra la vaporiera e fare cuoce per circa 1 ora dal momento in cui inizia a fuoriuscire il vapore dal cous cous.

Broccolo fritto da accompagnare al cous cous

3/4 di broccolo in cimette
olio evo
1 spicchio d'aglio

Tagliare il broccolo a metà. Una metà la si conserva per dopo e l'altra la si taglia in cime piccoline e si lava. Bollire in abbondante acqua salata e gocciolare. Il broccolo non deve essere molto cotto.
CONSERVARE l'acqua di cottura del broccolo.
In una padella far scaldare l'olio con l'aglio. Versare il broccolo bollito e lasciare dorare a fuoco medio. Non appena pronto mettere da parte.

Assemblare il piatto

Prendere un litro e mezzo di acqua di cottura del broccolo e diluirla con 2 mestoli di salsa dello stufato di maiale (a vostro gusto). Questo sarà il brodo per inzuppare il cous cous!
Trascorsa un'ora di cottura del cous cous, assaggiare per vedere se la semola è cotta. Versare la semola nella mafaradda o in una ciotola. A questo punto inzuppare il cous cous con il brodo caldo (non deve essere brodoso). Aggiungere qualche pezzetto di broccolo fritto.
Coprire il Cous cous inzuppato con un coperchio o canovaccio e un plaid. Lasciare riposare per circa 20 minuti in modo che venga assorbito il brodo e la semola prenda il gusto del brodo.

Servire il cous cous con i broccoli fritti, un mestolino di stufato con un pezzetto di carne e servire a tavola anche del brodo per coloro i quali ne desiderino dell'altro.




lunedì 12 gennaio 2015

Pasticcini al cocco senza glutine con cuore di Nutella

Semplici, facili, veloci e gluten free!!

Questi dolcetti ci hanno tenuto compagnia durante le festività natalizie. La ricetta ce l'ha data una 
cara zia e noi abilmente abbiamo rifatto la ricetta.
Potete anche realizzarli con i vostri bambini!!



INGREDIENTI (per 20 pirottini)

250 g farina di cocco Molino Rossetto
150 g di zucchero semolato
3 albumi 
Nutella q.b.

Pirottini di carta

PROCEDIMENTO

Montare gli albumi a neve con lo zucchero e un pizzico di sale. Fate in modo che il composto risulti abbastanza sodo. Poi unire poco per volta la farina di cocco e impastare con le mani. Lasciare riposare per circa 20 minuti. Poi realizzare delle palline: Prendere un po' di impasto stenderlo sul palmo della mano, aggiungere mezzo cucchiaino di Nutella al centro, prendere un altro po' di impasto e stenderlo sullo strato di Nutella e sigillare tutti i lati. Posizionare le palline di cocco dentro i pirottini. 
Sistemare i pirottini su una placca da forno. Mettere in forno a 180° per circa 10 minuti. Devono risultare appena colorati. 
Servire tiepidi o freddi.