Etichette

martedì 29 marzo 2011

MAKIZUSHI

Tra titubanze, rifiuti ed entusiasmi sono riuscita a portare in una casa trapanese una serata all’insegna dell’intercultura culinaria: il sushi…!non vi lascio immaginare chi non lo aveva mai assaggiato come si è approcciato a questa pietanza..c'era chi inzuppava completamente il sushi nella salsa di soia, chi lo annusava,  chi chiedeva  con molta reticenza cosa fosse,  chi dopo averlo assaggiato mangiava del pane per togliere il sapore strano delle alghe e chi invece ha gradito entusiasta il regalo promesso da tempo e finalmente realizzato…

Qualche nota: procuratevi i vari ingredienti in appositi negozi giapponesi. Per me è stato molto divertente essere servita da una autoritaria "signola" giapponese che dirigeva il suo aiutante pakistano dicendo: “plego signolina mi dica? Cosa desidela? Alghe sushi, liso sushi? Enli! aiuta la signolina vedi cosa vuole? Glazie allivederci”… :)

Per il ripieno di pesce io ho utilizzato gamberetti crudi freschi. Non essendoci granchè in questi periodi di pesce fresco ho inoltre utilizzato del salmone e pesce spada affumicato (se riuscite a trovarlo, sarebbe ottimo il tonno fresco).   
Ho servito questa tipologia di sushi (Hosomaki) come antipasto.
E' necessario procurarsi una tovaglietta di bambù o di legno per arrotolare.





INGREDIENTI:
(per 8 persone)

8 foglie di Alga Nori;
500g riso per sushi;
5 cucchiai di aceto di riso;
1 bustina wasabi;
1/2 zucchina genovese;
1 carota;
300 g gamberetti freschi sgusciati;
4-5 fettine salmone affumicato;
4-5 fettine pesce spada affumicato;
salsa di soia consentita g.f.;
1 cucchiaino di sale.


PROCEDIMENTO:


Mettere il riso crudo per circa mezzora in una ciotola coprendolo per il doppio del suo volume con acqua fredda.  Trascorso questo tempo scolare il riso e sciacquarlo per bene. 
Mettere il riso in una pentola coprendolo nuovamente con acqua e un cucchiaino di sale;  mettere sul fuoco fino a portarlo ad ebollizione per circa 15 minuti. Non appena cotto scolare il riso e lasciarlo raffreddare. 
Nel frattempo mettere tutto l’occorrente a disposizione su un tavolo: tovaglietta, alghe, salsa wasabi, le verdure, il pesce e una ciotola con acqua dove poter bagnare le mani.  
Mettere sulla tovaglietta un foglio d’alga su cui distendere uno strato di riso aiutandosi con le mani umide d’acqua. Fare in modo da ricopre tutta l'alga quasi fino ai bordi con uno spessore massimo di mezzo centimetro. Distribuire sopra il riso con uno stuzzica denti qualche pizzico di salsa wasabi. Disporre il pesce e le verdure in verticale e con l'aiuto della tovaglietta arrotolare formando un cilindro.
Riporre i vari cilindri di alghe in frigo. Prima di servirli tagliare a rondelle  e lasciarli risposare per una decina di minuti a temperatura ambiente. Distribuire su un piatto da portata con al centro una terrina con dentro salsa di soia e un pizzico di salsa wasabi. 




Valentina

lunedì 28 marzo 2011

CICERELLO DAY

Ci sono pesci che, poverini, vengono cucinati sembre in un solo modo!Allora ci si stanca di mangiarli e non li si compra più!Sappiamo però che non bisognerebbe MAI rinunciare al pesce, in particolare a quello azzurro che ha innumerevoli proprietà nutritive!
Il Cicerello, da noi noto come "Cicireddo" si prepara quasi sempre infarinato e poi fritto.
A seguire due alternative per provare a variare un po'..mantenendosi più leggeri! Basta procurarsi il pesce fresco, o meglio, freschissimo!!Noi circa 450g per 4 persone
Lavarlo per bene, salare e lasciare gocciolare.
Per la prima versione mettere a bollire in una pentola acqua con 1 spicchio d'aglio, cipolla, prezzemolo e pomodorini. Una volta in ebollizione aggiungere il pesce e portare a cottura. Servire con olio d'oliva e se gradito pepe e limone.


Per la seconda versione non serve che 1 limone e abbondante olio da versare sul pesce e lasciare marinare per circa un'ora. Se gradito condire con pepe.
BUON APPETITO!

domenica 27 marzo 2011

FARFALLE CON ASPARAGI E GAMBERETTI

Iniziamo col dire che la pasta di questa foto, per problemi organizzativi, è quella contenente glutine. 
Ma tanto, cambia poco, perchè questo sugo risulta delizioso con tutti i formati e tipi di pasta, purchè in qualche modo riescano a "catturare" gli ingredienti!! Il segreto di questa pasta sta nei pomodorini di pachino che legano, senza "invadere", i sapori dei gamberi e degli asparagi.
INGREDIENTI:
(per 4 persone)
350g di farfalle;
un mazzetto di asparagi coltivati;
600g gamberetti (da sgusciare);
pomodorini di pachino;
1 bicchiere di vino bianco;
1/2 cipolla;
olio;
sale;
pepe.

PROCEDIMENTO:
Pulire i gamberi, lavarli e metterli a gocciolare. Nel frattempo pulire gli asparagi, lavarli e mettere a bollire in acqua salata. In un tegame far soffriggere la cipolla, aggiungere i gamberetti e lasciar cuocere qualche minuto. Aggiungere il vino e lasciare cuocere a fuoco vivo finchè non si sarà asciugato. Aggiungere i pomodorini puliti e tagliati a metà. Unire gli asparagi sgocciolati, condire con sale e pepe e lasciar cuocere ancora dieci minuti. 
Nel frattempo cuocere la pasta. Amalgamare il tutto.

BUON APPETITO!!!!

sabato 26 marzo 2011

TRANCI DI PALAMITA AL FORNO

Non ci siamo mica dimenticate del blog!!!Ma è stata una settimana abbastanza travagliata!
Ritorniamo comunque con una ricetta con la nostra cara Palamita. Già in un altro post vi avevamo parlato delle numerose qualità di questo pesce oltre che della sua economicità!!
Purtroppo non possiamo darvi dosi esatte degli ingredienti perchè l'abbiamo condita con quello che avevamo a casa e dunque un po' "ad occhio".



INGREDIENTI:
(per 6 persone)

1 palamita da 1,5 kg;
una manciata di mandorle;
pomodorini di pachino;
olive denocciolate;
cipolla;
prezzemolo;
vino bianco;
farina;
sale e pepe nero.

PROCEDIMENTO:
Pulire e lavare il pesce, salarlo e metterlo a gocciolare. Tagliare per lungo e poi in trancetti.
Infarinare leggermente e disporre nella teglia già unta.
Con il mixer tritare il prezzemolo e la cipolla finchè non si riducano a una crema.
A parte tritare grossolanamente le mandorle.
Sopra i trancetti di pesce adagiare un cucchiaio del trito di cipolla e prezzemolo. 
Spruzzare il vino sopra il pesce, aggiungere i pomodorini tagliati a metà, le olive, e condire con un po' di pepe nero.
Infornare per circa 20 minuti a 180° in forno già caldo.

BUON APPETITO!!

domenica 20 marzo 2011

RISOTTO CON PANCETTA E VELLUTATA DI FUNGHI

Siamo preoccupate per quello che sta succedendo, così vicino a noi e che ci coinvolge in prima persona.
Tra telegiornali e continui aggiornamenti abbiamo trascorso la serata di ieri e la mattinata di oggi fino al pranzo in uno stato di surreale calma(apparente).
Ma senza troppi giri di parole, pubblichiamo questa ricetta molto gustosa.
INGREDIENTI:
(per 4 persone)

400g riso;
100/150g pancetta affumicata;
350g funghi freschi;
cipolla per soffritto;
1/2 confezione panna da cucina;
brodo vegetale;
parmigiano;
prezzemolo;
sale;
pepe;
olio.

PROCEDIMENTO:
In una padella scaldare olio e far soffriggere la cipolla. Aggiungere i funghi lavati e tagliati in piccoli pezzi.
Far cuocere e far asciugare l'acqua. Mettere 3/4 dei funghi in un contenitore, aggiungere la panna da cucina, un cucchiaio colmo di parmigiano, sale e pepe. Fare una crema con il frullatore ad immersione.
In una pentola far soffriggere un po' di cipolla, aggiungere e far rosolare la pancetta dopodichè unire i funghi.
Aggiungere il riso e lasciare tostare per qualche minuto. Coprire con il brodo vegetale, mettere il coperchio e lasciar cuocere un po'. Togliere il coperchio e aggiungere il brodo vegetale poco per volta finchè il riso non sarà cotto. Mescolare per non far attaccare il riso.
Non appena sarà pronto aggiungere la crema di funghi, correggere di sale e pepe. 
Servire e aggiungere del prezzemolo tritato!

BUON APPETITO!

giovedì 17 marzo 2011

INSALATA DI PASTA TRICOLORE

Questa pasta nasce un po' per caso, un po' per richiamare i colori della nostra bandiera. 
Oggi si festeggiano i 150 anni dell'unità d'Italia e abbiamo approfittato di questa giornata libera per rilassarci e per riflettere un po' sulla condizione di questa nostra amata/odiata patria. Siamo noi giovani, più di altri, a dover fare i conti con una realtà non proprio rosea..e mentre tutti guardano con orgoglio al passato, noi guardiamo con mooolta mooolta preoccupazione al futuro. 
Comunque, nessun pensiero oggi c'ha chiuso l'appetito..e per una pura casualità (!!?) ci siamo anche ritrovate a festeggiare un 30 e lode inaspettato (o quasi!!).
INGREDIENTI:
(per 6 persone)
500g di pennette rigate;
1 barattolo di pomodori secchi (da 300g circa)
1 barattolo di olive verdi denocciolate (da 300g circa)
1 barattolo di funghi trifolati (da 300g circa) ovviamente è meglio usare i funghi freschi che noi non abbiamo                  trovato!!
2 scatolette di tonno (da 80 g);
2 mozzarelle (ben sgocciolate);
sale;
pepe;
olio;
origano.

PROCEDIMENTO:
In una ciotola molto capiente (e ideale anche per servire in tavola) riunire tutti gli ingredienti tagliati in piccoli pezzi. Condire con pepe, un pizzico di sale, olio e origano.
Cuocere al dente la pasta, scolare e lasciare raffreddare per qualche istante.
Versare nella ciotola, amalgamare per bene e servire.
Buon appetito!!!

p.s: siccome oggi è festa ci siamo concesse un secondo che sa un po' di "scampagnata": pancetta e cipollotto cotti in piastra..da leccarsi  i baffi!!P.c. postiamo anche questa foto :)

lunedì 14 marzo 2011

RONDELLE DI FRITTATA RIPIENE

Questa più che una ricetta è un'idea veloce veloce per creare un antipasto quando non si ha quasi nulla a casa. Basta avere qualche uovo e un po' di fantasia.
Potete infatti farcire a piacimento questa omelette rivisitata.
INGREDIENTI:
(per 4-6 persone)
4 uova;
2 fette di mortadella;
formaggio spalmabile;
parmigiano;
latte;
sale;
pepe.

PREPARAZIONE:
Sbattere energicamente le uova con un pizzico di sale, pepe, parmigiano e due cucchiai di latte.
Riscaldare una padella e ungerla con un po' d'olio. Versare le uova e cuocere la frittata da entrambi i lati.
Lasciare raffreddare. Porre su un foglio di pellicola da cucina la frittata.
Spalmare il formaggio morbido e adagiare sopra le fette di mortadella.
Con l'ausilio della pellicola arrotolare su se stessa la frittata, avvolgere con la pellicola come se fosse una caramella. Porre in frigo per circa mezzora.
Tagliare a rondelle e servire!!

p.s: potete servire la frittatina su un letto di valeriana o rucola!

BUON APPETITO!!!

domenica 13 marzo 2011

SPAGHETTI CREMOSI CON BOTTARGA



Diciamo che questo piatto non è stato gradito da tutti...ma non perchè non sia riuscito bene, ma perchè la parola "uova di tonno"sconvolge gli animi dei più sensibili.
In realtà è una pasta semplicissima, forse un pochino costosa e poco "ricca"..ma ogni tanto bisogna concedersi qualcosa di più particolare!!!
Abbiamo aggiunto la variante del mascarpone per amalgamare meglio gli spaghetti ed è riuscita veramente bene!!

INGREDIENTI:
(per 4 persone)
380g spaghetti;
50g uovo di tonno grattugiato (o in secco in polvere);
100g di mascarpone;
prezzemolo;
olio;
pepe;
sale.

PROCEDIMENTO:
Mettere a bollire abbondante acqua in cui cuocerete gli spaghetti.
In una padella riscaldare un po' di olio e aggiungere una manciata di prezzemolo e metà dell'uovo di tonno.
Prendere con un bicchiere l'acqua un po' dell'acqua di cottura degli spaghetti. 
Scolare al dente la pasta e rimetterla nella pentola a fuoco basso. Unire l'olio con il prezzemolo e la bottarga. Aggiungere il mascarpone, e aggiungere poco per volta l'acqua di cottura necessaria per amalgamare bene.
Impiattare e cospargere con un po' di uovo di tonno e prezzemolo se gradito.

BUON APPETITO!!!

sabato 12 marzo 2011

CASTAGNOLE CON CREMA AL LIMONE

Mentre scriviamo questa ricetta abbiamo ancora la bocca piena di zucchero e crema al limone. Oltre ad esserci divertite tantissimo c'è da dire che le castagnole sono semplice e veloci da preparare, e quindi si prestano ad essere cucinate tutte quelle volte che la voglia di dolci ci assale, ma il tempo è nostro nemico...Adesso puliamoci la bocca e passiamo alla ricetta...
Inoltre con questa ricetta ripartecipiamo al contest de "il ricettario di cinzia" sugli agrumi.

INGREDIENTI:

PER LE CASTAGNOLE:
180 g di farina (noi abbiamo usato la bi-aglut da 500g) ;
250 g di acqua ;
50 g di burro ;
2 cucchiai rasi di zucchero ;
1 cucchiaino di lievito (consentito) ;
3 uova intere + 1 tuorlo ;
olio di semi q.b. (per friggere) ;

PER LA CREMA AL LIMONE:
2 tuorli ;
1\2 l di latte ;
7 cucchiai di zucchero ;
7 cucchiai di farina (abbiamo usato sempre la bi-aglut) ;
la scorza di un limone.

PROCEDIMENTO:

PER LE CASTAGNOLE:
Mettere in un tegame l'acqua,il burro e lo zucchero e attendere che il burro si sciolga, a parte unire alla farina il lievito. Non appena il burro si sarà sciolto togliere il tegame dal fuoco e cominciare ad incorporare la farina aiutandoci con una frusta in modo da ottenere un impasto abbastanza compatto che si stacchi facilmente dalle pareti del tegame. Lasciare raffreddare. 
Quando il composto sarà freddo aggiungere una ad una le uova impastando con le mani e infine il tuorlo. 
A questo punto con l'ausilio di un cucchiaio formiamo delle piccole palline di composto che andremo a friggere nell'olio caldo. Le castagnole andranno tolte dall'olio quando saranno ben dorate e ben lievitate. Riporle in un vassoio ricoperto di carta da pane o tovaglioli in modo da eliminare l'olio in eccesso e mettere da parte.

PER LA CREMA:
Mettere in una casseruola a fuoco spento i tuorli e lo zucchero e con una frusta mescolare il tutto, versare lentamente, continuando a mescolare, la farina e il latte in modo da evitare la formazione di grumi, aggiungere la scorza del limone. Non appena il composto sarà ben amalgamato passare la casseruola sul fuoco (a fiamma bassa)e continuate a mescolare fino a quando non otterrete una crema densa e vellutata. 
A questo punto prendere le castagnole e con una siringa riempirle con la crema al limone.
Se è di vostro gradimento potete passare le castagnole nello zucchero così da renderle ancora più golose.

P.s. Noi non avevamo la siringa quindi abbiamo tagliato le castagnole e le abbiamo riempite semplicemente con un cucchiaino
P.p.s. Potete comunque variare la farcitura con quella che preferite, noi ad esempio ne abbiamo farcite alcune con la nutella!:)

BUON  APPETITO!!







giovedì 10 marzo 2011

PASTICCIO DI BROCCOLO AL FORNO



Un primo piatto davvero squisito che nasce dal perfetto  equilibrio tra una giusta quantità di besciamella e il resto degli ingredienti (broccolo e salsiccia), in modo da non coprire i diversi  sapori.
Per evitare che la pasta senza glutine scuocia facilmente (soprattutto quando si devono fare delle ricette al forno) abbiamo fatto in modo di cuocerla in acqua bollente per 3-4 minuti al massimo e abbiamo terminato la cottura al forno con il resto del condimento. 
La ricetta è per 4 persone.
Vi consiglio un buon bicchiere di vino rosso da accompagnare a questo “pasticcio”…


INGREDIENTI :
500 gr impasto di salsiccia
1 broccolo di media grandezza
1 litro di besciamella
mezza cipolla
1 spicchio d’aglio
olio d’oliva
parmigiano
pepe e sale
un po’ di burro
un po’ di pangrattato
250 gr di mozzarella o scamorza affumicata

Ingredienti per  1 litro di besciamella:
1 litro latte
100 gr di burro
100 gr farina gluten free
sale e noce moscata


PREPARAZIONE

Mettere una pentola antiaderente sul fuoco basso con il burro; non appena sciolto aggiungere poco per volta la farina e mescolare in modo da non creare grumi, alternando il tutto con il latte. Aggiungere anche un po' di sale e noce moscata. Portare ad ebollizione e mescolare finché non si sarà addensata, ma non troppo. In una padella mettete un po' d’olio d’oliva, mezza cipolla e uno spicchio d’aglio in camicia; mettere sul fuoco ed aggiungere l’impasto di salsiccia. Lasciare cuocere per  20 minuti circa. Nel mentre in acqua bollente salata scottare il broccolo. Sgocciolare metà di questo broccolo e unirlo alla salsiccia schiacciandolo un po’. Nell’acqua dove avrete sbollentato il broccolo portate a cottura la pasta, scolandola molto al dente con il rimanente broccolo. Nella pentola con la pasta unire il condimento di salsiccia e broccolo, il parmigiano, la besciamella, la mozzarella/scamorza affumicata. Preparare una teglia antiaderente o d’alluminio usa e getta , ungerla di burro e pangrattato. Sistemare il pasticcio della pentola nella teglia e mettere in formo a 200° per 25/30 minuti circa.

POLPETTONE AI TRE SAPORI

Certo questo piatto non è il massimo della leggerezza ma di sicuro il successo è assicurato!
L'abbiamo preparato l'8 marzo, accompagnato da un buon bicchiere di vino..il massimo!!


INGREDIENTI:
(per 8 persone-2 polpettoni di medie dimensioni)
1kg tritato di manzo;
100g mortadella a fette:
200g scamorza a fette;
300g spinaci cotti e sgocciolati(conditi con sale e pepe a piacimento);
2 uova;
parmigiano;
pangrattato senza glutine;
pepe;
sale.

PROCEDIMENTO:
In una ciotola unire il tritato, le due uova, una po' di parmigiano, sale, pepe e 1-2 cucchiai colmi di pangrattato. Impastare con le mani in modo tale da avere un composto abbastanza morbido e asciutto. Aggiungere dunque ancora pangrattato, se necessario.
Stendere la carne su un foglio di carta da forno in modo da darne la forma di un rettangolo.
Disporre sulla carne gli spinaci, le fette di mortadella, e la scamorza.
Arrotolare, con l'ausilio della carta forno, la carne in modo tale da formare un salsicciotto. 
Chiudere la carta forno a caramella.
Disporre su una teglia il polpettone. 
Potete mettere nella teglia delle patate o semplicemente dell'olio, della cipolla o del vino rosso.
Far cuocere in forno caldo a 180° per circa un'ora. 
Dopo dieci minuti girare il polpettone e dopo altri dieci togliere la carta forno in modo tale da lasciarlo insaporire.
p.s. : abbiamo utilizzato spinaci surgelati a cubetti. Li abbiamo cotti in padella con olio sale e pepe.

Buon appetito!



mercoledì 9 marzo 2011

TORTA DI CAROTE E MELE CARAMELLATE

Con questa torta partecipiamo al contest di "Senza glutine per tutti i gusti" sul tema della fortuna.
Potrà sembrare una ricetta banale, ma per noi ha un significato unico. Ritrovandoci a vivere sotto lo stesso tetto e a convivere con la celiachia abbiamo inaugurato la nostra "vita insieme", cinque anni fa, proprio con questo dolce. 
E' da quella merenda che è iniziato il nostro legame speciale, nonchè il periodo più bello della nostra vita, che nella cucina ha trovato la sua cornice perfetta. La fortuna di questo piatto non è quindi nella sua buona riuscita (che è comunque assicurata!!!) ma nel legame che da quel momento in poi ci ha UNITE.
Abbiamo approfittato della giornata internazionale della donna per gustare questa torta, l'abbiamo dunque decorata con un rametto di mimosa che vogliamo regalare anche a tutte voi!!!

INGREDIENTI:
400g carote grattugiate;
300g zucchero;
3 uova;
300g farina senza glutine (noi abbiamo usato 100g mix per dolci schar e 200g farina bi-aglut);
3/4 bicchiere di olio di semi(o mezzo d'oliva);
1 bustina di lievito consentito;
latte (se necessario);
2 mele e un po' di zucchero per caramellare;
un pizzico di sale.

PROCEDIMENTO:
Pelare, lavare e grattugiare le carote. Metterle a scolare.
In una terrina sbattere con una frusta le uova intere e aggiungere a pioggia lo zucchero. Lavorare il tutto finchè l'impasto non risulti leggermente spumoso. Aggiungere poco per volta la farina e lavorare fino a rendere cremoso l'impasto, aggiungere l'olio a filo. Quando l'impasto risulterà omogeneo unire il lievito, un pizzico di sale e infine le carote. Se il composto dovesse risultare un po' troppo asciutto aggiungere il latte necessario.
Rivestire una teglia con della carta da forno. Cospargere la base con lo zucchero e disporre le mele che avrete precedentemente sbucciato e tagliato a rondelle.
Aggiungere il composto e infornare in forno preriscaldato a 180° per circa 40 minuti.
Una volta cotta. girare la torta in modo tale che le mele caramellate risultino all'apice della torta.
Sbizzarritevi con le decorazioni.

BUON APPETITO!

























martedì 8 marzo 2011

BOCCONCINI SPEZIATI

Per questa ricetta ringraziamo MariaGrazia che, oltre ad aver azzeccato i nostri gusti, ha anche organizzato una cenetta tra donne tanto desiderata!
Questo piatto è utile per cene o pranzi...un piatto unico gustoso e che mette d'accordo tutti!!!



INGREDIENTI:(per circa 4 persone)

700g spezzatino di manzo;
1 latta polpa di pomodoro;

50 g mandorle non pelate;300g riso basmati;
mezza cipolla;
sale pepe;
paprika;
curry.



PROCEDIMENTO:Marinare i bocconcini di spezzatino con sale, pepe, paprika e curry per circa mezzora.
Soffriggere la mezza cipolla tagliata piccola piccola, aggiungere e far rosolare lo spazzatino speziato.

Unire polpa di pomodoro e correggere di sale pepe. Aggiungere un altro po' di curry, le mandorle e portare a cottura.
A parte sbollentare il riso basmati in acqua salata, scolare e metterlo in un teglia. 

Mettere in forno con il grill e girare periodicamente per tostarlo..
Servire in un piatto da portata con al centro il riso basmati e attorno lo spezzatino con il sughetto..


BUON APPETITO!

venerdì 4 marzo 2011

BIETE IN CROSTA

Questi sono giorni un po' critici a causa degli esami...quindi andiamo un po' a rilento. .!Le giornate sono scandite dallo studio e sinceramente anche da un po' di apatia. I pranzi e le cene sembrano un po' ospedalieri e la maggior parte delle volte optiamo per qualcosa di veloce o già pronto.
Ogni tanto però la fantasia ci viene in soccorso e così è nato questo piatto.



INGREDIENTI:
400g di biete bollite in acqua salata e ben sgocciolate;
1 mozzarella o del formaggio a vostro piacimento;
150g speck a fette;
pepe;
parmigiano;
burro per ungere la teglia.

PROCEDIMENTO:
Porre le biete in un contenitore e tagliarle sommariamente. Condire con il pepe e il parmigiano. 
Tagliare in piccoli pezzi la mozzarella e unirla alle biete (la mozzarella dovrà essere ben strizzata).
Foderare con lo speck un teglia (imburrata) rotonda di circa 20cm lasciando fuori le estremità delle fette.
Porre il ripieno e ricoprire con lo speck.
Mettere in forno preriscaldato a 180° per circa dieci minuti (finchè lo speck non sarà croccante).
Far raffreddare un po' e servire.

Buon appetito!!

giovedì 3 marzo 2011

Caserecce zucchine philadelphia e salsiccia

Ricetta semplice veloce e soddisfacente per pranzi domenicali studenteschi. Noi in casa avevamo solo della salsiccia ma ci starebbe bene anche la pancetta affumicata.



INGREDIENTI (per 4 persone)

2 zucchine genovesi
1 vaschetta di formaggio cremoso consentito senza glutine
350 gr di impasto di salsiccia
400 gr di caserecce
2 cucchiai d'olio d'oliva
parmigiano
cipolla
sale e pepe qb

PREPARAZIONE

Lavare e tagliare le estremità delle zucchine. In una padela grattugiare grossolanamente con una grattugia le zucchine intere e aggiungere un po' d'acqua e sale. Lasciare cuocere per 20 minuti. Non appena l'acqua si sarà asciugata mette 2 cucchiai d'olio d'oliva nella padella con le zucchine, la cipolla e l'impasto di salsiccia (o la pancetta). Lasciare rosolare bene il tutto e quando lo riterrete cotto per i vostri gusti aggiungete il formaggio cremoso e un po' di pepe. Nel frattempo, mettere l'acqua per la pasta sul fuoco e portare ad ebollizione. Buttare la pasta e non appena sarà cotta unire il condimento delle zucchine. Se ritenete che sia un po' asciutto il tutto, conservate una tazzina di acqua di pasta da aggiungere alla pasta condita. Infine una manciata di parmigiano e ....Buon appetito